ComunicatiIn evidenza

Luca Sardella protesta con Comune di San Severo

Scrivo alla GAZZETTA locale perché mi sono sentito veramente offeso da una richiesta di pignoramento per una multa non pagata di 250 euro di anni fa indirizzata a MEDIASET, dove lavoro su RETE4 per la mia rubrica SEMPREVERDE, che curo con mia figlia DANIELA. Ritengo che ci fossero altri modi per esigere quel che era giusto che io pagassi. Qualcuno, credo, dovrebbe conoscermi al Comune di San Severo ed avrebbe potuto avvertirmi evitando di chiedere un pignoramento per una cifra decisamente irrisoria a MEDIASET, dove la faccenda ad onor del vero ha suscitato ilarità e battute poco simpatiche nei confronti di San Severo. In tanti anni di televisione, prima con la RAI ed ora con MEDIASET, ho dato più volte spazio nelle trasmissioni alla mia terra d’origine, ritengo tenendone alto il nome in tutti i modi. Per questo che reputo un autentico ‘sgarbo’, sarei tentato – anche se credo che non lo farò mai – di vendere la casa che ho a San Severo e di decidere di non venire più come ho sempre fatto più volte all’anno. Ho comunque onorato il mio debito che spero, mi si consenta la battuta, possa contribuire anche per sistemare quell’ormai orribile e deserto centro storico sanseverese! Mi sia consentito anche di non salutare chi in Comune ha inteso offendermi a questo modo, atteso che l’episodio mi ha molto seccato e fatto veramente male. Un caro saluto, invece, ai tanti cari Amici che conservo a San Severo. Grazie alla nostra GAZZETTA per la consueta ospitalità.

LUCA SARDELLA

Altri articoli

Back to top button