CronacaIn evidenza

LUCERA: STALKING E REVENGE PORN, ARRESTATO LUCERINO

I Carabinieri di Lucera hanno tratto in arresto, durante lo scorso fine settimana, un uomo del posto, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori e di diffusione di immagini a contenuto sessualmente esplicito.

La squallida storia ha avuto inizio nello scorso mese di aprile e si è conclusa grazie all’intervento dei militari della Stazione di Lucera, che hanno raccolto l’accorata richiesta di aiuto della vittima, ex compagna dello stalker, rivoltasi a loro ormai esausta delle continue angherie che era costretta a subire per mano dell’uomo.

Questi, in particolare, subito dopo la fine della loro relazione, aveva iniziato a porre in essere delle vere e proprie condotte persecutorie: frequentemente, infatti, l’uomo si era appostato nei pressi dell’abitazione della donna, insultandola, arrivando ad aggredirla fisicamente e danneggiando l’auto da lei utilizzata, forandole addirittura tutti gli pneumatici.

Non contento, lo stalker aveva rivolto le proprie attenzioni moleste anche sulla figlia della vittima, inviandole messaggi offensivi sui social network: ma questo non è stato tutto.

L’uomo, infatti, nel giorno del suo diciottesimo compleanno, aveva pure inviato alla ragazza delle foto raffiguranti la madre in atteggiamenti intimi, minacciando di diffonderle sul web.

I contenuti della vicenda sono stati ricostruiti con dovizia di particolari nelle indagini svolte dai Carabinieri e coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia: le schiaccianti evidenze raccolte hanno consentito di giungere all’emissione del provvedimento restrittivo a carico dello stalker e di interrompere definitivamente la spirale di violenza e persecuzioni.

L’uomo è stato così tratto in arresto e, dopo le formalità di rito svolte presso il Comando di Via San Domenico, è stato tradotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, ove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Altri articoli

Back to top button