CronacaIn evidenza

Lutto a Torremaggiore: si è spento Severino Carlucci.

È scomparso, dopo una lunga malattia, a soli 61 anni Severino Carlucci.
L’intera comunità torremaggiorese piange un uomo di altissimo profilo professionale e umano, la cui intraprendenza imprenditoriale lo ha portato a distintiguersi grazie al suo impegno nella valorizzazione e promozione della sua terra che amava definire “Terra di peranzana”.
Presidente del Consorzio “Peranzana Alta Daunia”, Severino Carlucci era una persona molto conosciuta per aver ricoperto, in passato, anche cariche pubbliche oltre ad essere uno stimato bancario.
Molteplici i suoi impegni, sempre attivo, nonostante la malattia, nella promozione dei prodotti della sua terra.
Autore del libro “Madre Teresa di Calcutta, uno dono meraviglioso di Dio”, Carlucci si è distinto anche nel sociale, ricopriva la carica di presidente della Fondazione “Il Mandorlo Fiorito”, costituita un anno fa, dalla diocesi di San Severo, per operare nel campo della solidarietà, del volontariato e del servizio verso le persone fragili.
Dopo una lunga militanza nell’Azione Cattolica, aveva assunto ruoli di responsabilità anche a livello diocesano essendo stato impegnato nella Pastorale sociale e del Lavoro della diocesi di San Severo e della regione Puglia.

Alla moglie Mariarita e ai figli Antonio, Pierpaolo e Emiliana giungano sentite condoglianze dalla redazione de “La Gazzetta di San Severo”.

I funerali si terranno domani 10 giugno alle ore 9,30, presso la chiesa Santa Maria della Strada in Torremaggiore.

Altri articoli

Back to top button