ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

“MAGGIORANZA EVANESCENTE E OPPOSIZIONE CHE DI TANTO IN TANTO…ABBAIA”

L’Opinione Comune di DESIO CRISTALLI
ABBIAMO CHIESTO A GIUSEPPE COLACCHIO (NELLA FOTO), DAL 1981 IN POI CONSIGLIERE COMUNALE, ASSESSORE EFFETTIVO DAL 1985 AL 1990 E POI ANCORA CONSIGLIERE COMUNALE E DIRIGENTE DEL P.S.D.I PER PARTE DEGLI ANNI ’90, DI RISPONDERE, PER UN’INTERVISTA FLASH, A UN’UNICA DOMANDA PER UNA ‘FULMINANTE’ OPINIONE SULL’ATTUALE MOMENTO POLITICO-AMMINISTRATIVO LOCALE, GIUDICANDO MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE. ECCO COSA CI HA RISPOSTO: Carissimo Direttore, esprimere un giudizio sull’attuale momento politico-amministrativo locale diventa per me difficile dal momento che, da quasi venti anni, ho lasciato la politica attiva per dedicarmi esclusivamente ad un’Associazione di volontariato puro, gratuito e senza fine di lucro in favore delle persone più deboli. Un mondo, quello del volontariato, dove non c’è la corsa alla carica da ricoprire perché non ci sono prebende da ricevere, posti da assegnare e clienti da soddisfare. Esiste solo l’amore di donare all’altro il proprio tempo libero senza chiedere nulla in cambio. Ciò detto, non voglio esimermi dall’esprimere il mio giudizio che è quello non di un politico navigato, ma è quello di un comune cittadino che osserva ciò che avviene nella nostra Città e ascolta l’opinione della gente comune, il sentire del popolo, quello che vota e decide chi deve essere maggioranza e chi opposizione. Parlare oggi di politica e di partiti è fuor di luogo, da molti anni, da tangentopoli per intenderci, queste parole hanno perso il loro vero significato con tutte le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti. Oggi ci sono PARTITI PERSONALI, GRUPPI, CLAN che si riconoscono in un leader e che ad ogni elezione spuntano come funghi per potersi meglio mimetizzare e cambiare casacca e poi lasciarsi dietro solo macerie. San Severo non è immune da queste considerazioni. Se si chiede ad un comune cittadino i nomi di chi ci governa o dei consiglieri comunali, non si va oltre la conoscenza di pochi nomi…il resto è buio totale! Si vive stancamente alla giornata, la normale amministrazione diventa emergenza continua, l’opposizione starnutisce ogni tanto con qualche comunicato o interrogazione e dei proclami elettorali di tutti i partiti resta solo un bel sogno. Manca una visione globale della città per cui i problemi vengono visti isolatamente, non collegati tra loro e condivisi con i cittadini e con le categorie interessate. Qualche amministratore sa che per i grandi problemi che investono interessi diversi e contrastanti esiste la figura del “FACILITATORE”? Prendiamo il centro storico: le varie amministrazioni di destra e di sinistra che si sono succedute negli ultimi anni hanno dato incarichi a tecnici, forse amici, di rifare marciapiedi, piazze e piazzette secondo i propri gusti con il risultato che ABBIAMO UN CENTRO STORICO ARLECCHINO. È così difficile capire che bisogna chiamare un architetto urbanista che stabilisca con un progetto generale come deve essere ristrutturato il nostro centro storico? Qualche consigliere, assessore o funzionario ben pagato sa che IL NOSTRO TEATRO COMUNALE FUNZIONA DA 20 ANNI CON UN’AGIBILITÀ PROVVISORIA PERCHÉ NESSUNO CONOSCE IL PROGETTO GENERALE APPROVATO NEGLI ANNI DAL 1985 AL 1990 E MAI PORTATO A TERMINE? STESSA COSA DICASI PER IL PALAZZETTO DELLO SPORT. A cosa è servito nominare cinque direttori artistici del Teatro invece di chiamare un Direttore artistico di prestigio come BANFI, PLACIDO o MIRABELLA per citare solo alcuni nomi della nostra regione? Altri teatri pugliesi più piccoli del nostro lo hanno fatto, perché da noi non è possibile? La mancata concertazione ha fatto sì che un progetto come quello della “pista ciclabile”, che doveva modificare le abitudini dei Sanseveresi nell’uso sconsiderato della macchina, si è rivelato un fallimento ed ora è un reperto archeologico. In campagna elettorale tutti i partiti promettono posti di lavoro per i giovani, lotta alla disoccupazione e nuovi insediamenti nella zona industriale per valorizzare i nostri prodotti agricoli: RISULTATO ZERO, anzi no, un insediamento c’è stato, quella della centrale elettrica, peccato che a San Severo e ai sanseveresi non serve, però a qualcuno sicuramente è servita. Infine il nuovo piano regolatore. Un invito a tutti i consiglieri: impegnatevi a costruire prima i servizi che riguardano gli anziani, le persone diversamente abili, i non autosufficienti, le donne sole, le ragazze madri, insomma tutte le categorie deboli verso le quali il mondo del volontariato indirizza tutte le sue energie. La conclusione di queste mie riflessioni è che abbiamo una MAGGIORANZA EVANESCENTE ed un’OPPOSIZIONE CHE DI TANTO IN TANTO ‘ABBAIA’ per cui, prendendo a prestito le parole di una nota aria verdiana, dico: QUESTO E QUELLO PER ME PARI SONO!

Altri articoli

Back to top button