Comunicati

MARINA DI LESINA: LAVORI SUL CANALE ACQUAROTTA NESSUNA NOVITÀ…SOLO QUALCHE PICCOLA SPERANZA

PREMESSA — La mia Lettera del 5 Febbraio scorso, con la quale denunciavo che continuava la lenta agonia di Marina di Lesina, ha avuto un grande successo, rappresentato dalla notevole diffusione della Lettera attraverso LA GAZZETTA DI SAN SEVERO e la nostra Pagina di Facebook (circa 2.500 persone hanno letto la Lettera, ci sono stati 50 condivisioni, molti commenti, suggerimenti ed apprezzamenti vari) e dalle tante mail ricevute con disponibilità alla collaborazione da parte di Soci e Amici pronti a marciare verso la Regione ed a fare azioni legali contro i responsabili. E’ chiaro che tali iniziative sono difficili da programmare e realizzare in questo periodo, ma le utilizzeremo in momenti migliori se ancora necessario. Come sempre NON E’ MANCATO IL SILENZIO DELLE ISTITUZIONI alle quali la Lettera è stata inviata con PEC regolarmente consegnata (Governatore, Assessori e Consiglieri della Regione, ENTI per il parere VIA, Procura della Repubblica, Prefetto, Presidente del Consiglio CONTE, Ministro SALVINI, ecc.). Nessuno dei Media avvertiti, tra i quali STRISCIA LA NOTIZIA, LE IENE, RAI TRE e TELENORBA, ha risposto. Come sempre l’eccezione è stata LA GAZZETTA DI SAN SEVERO con un ampio servizio sul settimanale cartaceo che va in edicola e agli abbonati e anche nella versione on line. COSA STA SUCCEDENDO SUL FRONTE DEI LAVORI SUL CANALE ACQUAROTTA? — Non sta succedendo niente! Oppure qualcuno lavora nell’ombra e noi non lo sappiamo. Volendo essere ottimista qualcosa di importante è successa verso la fine di Febbraio. In sostituzione del vecchio Soggetto Attuatore ing. LUCIA DI LAURO, con la quale la collaborazione è stata difficile, ne è stato nominato un altro nella persona dell’ing. ANTONIO PULLI, Dirigente della 4^ Sezione Lavori Pubblici della Regione. Corre voce che nei prossimi giorni sarà sostituito anche l’attuale RUP, del quale non sentiremo la mancanza. Le voci sull’ing. PULLI sono quelle di una persona capace e determinata. Quando ho saputo della sua nomina gli ho scritto per presentargli la nostra Associazione e mettere a sua disposizione le nostre conoscenze. L’ing. PULLI è stato molto gentile e professionale e mi ha risposto assicurandomi che mi chiamerà dopo aver esaminato la documentazione. Considerando il comportamento di chi l’ha preceduto devo dire che questo è un buon inizio e dunque sono fiducioso. Spero che sia finita la fase delle discussioni sul sesso degli angeli tra Impresa e Responsabili della Regione e che presto si possa firmare il Contratto per dare il via al Progetto Esecutivo DOPO 76 MESI dalla fine della Gara d’Appalto. Non risulta ad oggi che i Responsabili della Regione abbiano risposto alla richiesta del Comune di Lesina per ottenere la Relazione finale relativa all’esecuzione delle indagini geologiche, eseguite nella primavera del 2016, finalizzate all’elaborazione del documento preliminare alla progettazione della messa in sicurezza dei 16 fabbricati che le ordinanze del novembre 2010 avevano resi inagibili. Roba da non crederci… IL COMUNE DI LESINA NON HA ALCUNA VOCE IN CAPITOLO. E INTANTO COSA STA SUCCEDENDO IN LOCALITÀ PUNTA PIETRE NERE? — Un mese fa mi sono arrivate delle foto raccapriccianti. Si evidenziava quanto segue: a) Il ponte pericolante vicino alla foce del Canale Acquarotta, chiuso da anni con massi enormi su nostra segnalazione ed oggetto del Servizio di STRISCIA LA NOTIZIA del 24.9.2015, era stato liberato dai massi, era aperto e passavano camion pesantissimi che trasportavano massi di pietra; b) Nella località si stava lavorando a tutto spiano anche con l’impiego di ruspe di grandi dimensioni; c) Nel giro di pochi giorni era stato allungato il molo (circa 40 metri). Alcune voci dicono che sia intervenuta la Procura della Repubblica di Foggia e la Capitaneria di Porto per bloccare i lavori. Il Comune di Lesina, che avrebbe dovuto vigilare sul proprio territorio NON SI È ACCORTO DI NULLA. Ci risulta anche che il Comune sia stato avvertito il 19 Febbraio e le foto di oggi dimostrano che il ponte è ancora aperto ((vedi foto a corredo)). E’ VERGOGNOSO!!! CONCLUSIONI — Per quanto riguarda i lavori sul Canale Acquarotta dobbiamo continuare a martellare la Regione anche singolarmente. Quello che è successo in Località Punta Pietre Nere è molto preoccupante. Chi amministra il Territorio di Marina di Lesina non ha cuore né sensibilità per evitare la manomissione e la distruzione iniziate di un patrimonio paesaggistico di valore inestimabile. Come tanti anni fa lo scempio è avvenuto nel silenzio delle Autorità. A loro importa solo portare a casa i soldi che noi proprietari siamo costretti a pagare come se vivessimo in località super lussuose e piene di servizi. MA FA SEMPRE PIU’ MALE VEDER MORIRE MARINA DI LESINA E CON LEI I NOSTRI SACRIFICI E LE NOSTRE SPERANZE!!! SI VERGOGNINO ALMENO DELLE LORO OMISSIONI E MALEFATTE!
ing.. ANTONIO PALMA
Ass. Pro Lesina Marina

Altri articoli

Back to top button