ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

MARINA DI LESINA: UN BEL SOLE E UN MARE…DI IMMONDIZIA E DI VECCHI PROBLEMI

CI E’ PERVENUTA IN REDAZIONE LA SEGUENTE LETTERA CHE PUBBLICHIAMO UNITAMENTE ALLA FOTO GIRATACI A CORREDO:
Ho una casa estiva vicino al Viale Centrale di Marina di Lesina da oltre venti anni e in tutto questo tempo non ho mai visto concreti miglioramenti. È quasi tutto come quando siamo arrivati per la prima volta, salvo qualche lampione più moderno ma scarsamente luminoso e qualche marciapiede variopinto. È stato sempre un problema l’igiene urbana, come dimostra la foto scattata col mio telefonino tre giorni fa. È proprio il Viale Centrale vicino a dove abito, di fronte all’edicola dei giornali, dietro le giostrine dei bambini (che respirano miasmi di immondizie). Ci sentiamo in imbarazzo quando vengono a trovarci parenti e amici. Chiedo: ma il sindaco e l’assessore all’igiene urbana vengono qualche volta a controllare se chi deve pulire Marina di Lesina lo fa e come lo fa? In 20 anni sono cambiate varie amministrazioni comunali ma i risultati sono stati sempre MEDIOCRI, forse perchè i lesinesi di questo “villaggio” se ne fregano, lo vedono come una cosa fastidiosa. Però i nostri soldi delle tasse se li prendono e se li godono quasi tutti a Lesina e a noi poche briciole. E dire che noi per questo bel mare e questo bel sole abbiamo investito in una casa con garage i risparmi di una vita. Apprezzo LA GAZZETTA DI SAN SEVERO per quello che fa da anni a favore di questa località pubblicando verità che altri nascondono, coprendo vistose incapacità amministrative. Che dire infatti delle pretese di pagamento della raccolta differenziata dei rifiuti e relative pattumelle nelle cartelle TARI senza riuscire a metà luglio a vedere una raccolta CIVILE dell’immondizia. Io e tanti altri parenti e amici non pagheremo per intero la TARI ma sottrarremo i 37 EURO per pattumelle e differenziata perchè non intendiamo pagare UN SERVIZIO CHE ANCORA NON ESISTE! E qui, intanto, salvo il sabato e la domenica è ancora un mortorio. E allora chi può dare torto a quanti vanno dove le località di mare sono pulite e la raccolta differenziata esiste da tanti anni e gli amministratori si vedono spesso tra la gente a controllare che i servizi pubblici funzionino? Qui il Comune mostra limiti che nel 2016 non sono più giustificabili, mentre le nostre case estive si sono svalutate fino al 40-50 per cento. Un vero disastro.
ANTONIO M. S.

Altri articoli

Back to top button