ComunicatiPrima pagina

Mario Draghi: Santo?… Subito??

Dottore, Professore, Governatore della Banca d’Italia, Presidente della Banca Centrale Europea , un’ascesa superba alla quale manca una meta finale: il Colle, vetta suprema, il Quirinale.

Una meta né difficile o ambiziosa, ma giusta per Lei Presidente Draghi.

Nell’attesa di giungere al Colle, dia ora, quale Presidente del Consiglio, (incarico difficile e pericoloso) la prova di capacità e coraggio che gli italiani attendono.

Attento ai passi falsi e alle trappole delle quali il percorso è disseminato.

Qualcuno, in vigile attesa, spera e si augura che nelle insidie “inciampi”!

Il cadere in errori varrebbe ad eliminare dalla strada per il Quirinale un concorrente più meritevole e titolato. “ A pensar male si fá peccato ma molto spesso, ci si azzecca” (diceva Andreotti).

Si attrezzi ora, Presidente, per dare risposte concrete agli italiani, i “segnali” da tempo attesi che oggi la Nazione potrebbe considerare miracolosi.

Gli italiani non chiedono miracoli subito, ma almeno fatti rassicuranti per futuri positivi sviluppi.

Inizi a liberarsi del commissario Arcuri, tanto osannato dal suo predecessore che ben sopportava “tanto fumo negli occhi”.

Farlo non richiede uno sforzo eccessivo!

Ulteriori perdite di tempo non si giustificano e gli Italiani sperano che questo avvenga presto, considerati i danni, da altri già prodotti, con sussidi a pioggia e redditi di cittadinanza mal gestiti dal governo precedente.

Non permetta che, limitazioni esagerate delle libertà individuali siano affidate a virologi saccenti e capaci soprattutto di fare “terrorismo mediatico”.

La Nazione ha tanta fiducia in Lei, “opposizione” compresa, non ci deluda!

Non ascolti “i grilli”, “le cicale rosse”, e “i fiorentini furbi e pericolosi”!

Il Suo predecessore ha riservato ai predetti considerazione ed ascolto.

Il risultato è evidente!

I danni ancor più. L’Italia che lavora totalmente bloccata.

Un risultato eccellente, Presidente, non le pare?

“In bocca al lupo” Presidente !

Nell’attuale veste di Premier ne ha proprio bisogno !

A noi cittadini italiani, auguro, invece, che a giugno 2021 si possano sciogliere “le Camere” ed a Settembre, finalmente, si possa andare a votare.

Chi vincerà sceglierà un nuovo governo ed eleggerà, poi, il suo Presidente della Repubblica.

Questa è vera Democrazia!

Diversamente sono solo chiacchiere e “prese per i fondelli” !

San Severo 27/02/2021

Avv. Antonio Censano

Altri articoli

Back to top button