ComunicatiPrima pagina

“MI PIACE… DI PIÙ”: il sorriso contagioso del poliedrico Gabriele Cirilli al Teatro “Verdi”

Eclettico, simpatico e con un sorriso decisamente contagioso: Gabriele Cirilli, lo scorso 24 novembre, si è esibito al Teatro “Verdi” di San Severo con il suo spettacolo “MI PIACE… DI PIÙ”. Ospite della 50esima stagione della rassegna musicale firmata Amici della Musica. La serata è stata organizzata in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo Roma, la Regione Puglia – Assessorato dall’Industria Turistica e Culturale, la Città di San Severo – Assessorato alla Cultura, Resonance – Ritorni e sonorità fra arte, natura, cultura ed emozioni, FSC 2014-2020, Piiil Cultura Puglia e con l’Unione Europea. Lo spettacolo si incentra sul “famoso” pulsantino “Mi piace”, ormai una pratica semplice e molto usata dagli utilizzatori del web, a tal punto da essere considerata una dei gesti più comuni nel mondo del web. Basta un semplice “click” per attivare il meccanismo del social network fondato sui “Like”, sulle condivisioni e sui commenti tanto da creare una vera e propria dipendenza.

Nello spettacolo scorrono le immagini del programma “Tale e quale show”, condotto da Carlo Conti, a cui Cirilli partecipa come concorrente alla prima edizioneeche lui ripropone dal vivo, avendo come sfondo le varie esibizioni eseguite con tanta bravura e leggerezza artistica. L’attore, inoltre, trova  spunto per parlare di cose, di persone, di avvenimenti, vissuti o immaginati con un ritmo veloce e simpaticissimo. Comun denominatore dello spettacolo è la risata, “contagiosa e piacevole”  che ha coinvolto tutti gli spettatori del teatro.Neruda scriveva che “ridere è il linguaggio dell’anima”. Ma c’è di più, “la risata è una delle risorse più sincere che ci permettono di comunicare. L’energia negativa lascia il posto ad uno stato d’animo positivo che ha una durata variabile e che trasmettiamo a chi ci sta attorno. Innocente, sorpresa, cinica, complice, timida, sfrenata, soffocata, amichevole, burlona. Qualsiasi tipo di risata comunica qualcosa e fa parte del nostro linguaggio più profondo”, dice l’attore all’inizio dello spettacolo.

Gabriele Cirilli ha, infatti, proposto uno spettacolo poliedrico partendo dalla commedia degli equivoci fino al cabaret, tramite monologhi, canzoni e balletti, accompagnati dal pianista Salvatore De Iure, che fanno di Gabriele un vero e proprio artista da palcoscenico.

«Mi piace il palcoscenico, il rumore delle assi di legno che cigolano sotto i miei passi- spiega l’attore. Mi piace il momento in cui sto per entrare in scena in cui il panico si mescola con la scarica elettrica della sfida che sto per affrontare. Mi piace il suono del pianoforte, cosi allegro, malinconico, nostalgico, irriverente. Mi piace il calore dell’applauso, e soprattutto lo scoppio della risata che consacra ogni goccia di sudore e mi fa sentire al settimo cielo», prosegue Gabriele Cirilli. «Questo spettacolo è il mio show col quale riesco ad abbracciare il pubblico fino a portarlo dopo due ore in camerino da me soddisfatto, appagato, stupito, colpito, ammirato, basito, sorridente, insomma “guarito” per un paio d’ore dalla quotidianità che non è sempre così divertente. Mi piace sentire a fine spettacolo “Che bello, mi sono divertito tantissimo. Ho riso per due ore”. E questo, devo dire, è la cosa che mi piace di più», conclude il comico.

Ringraziamo la dott.ssa Gabriella Orlando, presidente nonché il motore propulsivo della sua associazione, infaticabile ed insostituibile punto di riferimento degli AMICI DELLA MUSICA per tutta la Capitanata e con i ringraziamenti da parte di Cirilli per aver trovato un pubblico caloroso che ha interagito con lui permettendo di realizzare uno spettacolo di qualità.

CAROLINA LEONE

Altri articoli

Back to top button