ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

“MIGLIO PERDE TUTTO” ALTRI FINANZIAMENTI … IN FUMO

Il Sindaco Miglio non si fa scrupolo di rispondere alle interrogazioni dei consiglieri comunali con bugie grosse come una casa.
Con la nota dell’11/1/2016 il sindaco ha risposto alla mia interrogazione del 2/12/2015 riguardante la presumibile perdita dei finanziamenti già concessi dalla Regione Puglia per la realizzazione del progetto “Tratturarte. (Innovazioni in punta di piedi” con i fondi “PO FESR 2007- 2013, Asse IV” – SAC ALTO TAVOLIERE.”) cercando invano di scrollarsi di dosso le responsabilità.
Per tale ragione ho fatto accesso agli atti riguardanti la vicenda scoprendo la verità.
Tralasciando i ritardi gestionali che ci sono stati dal 14/2/2014 (data di arrivo della comunicazione della Regione Puglia di concessione del finanziamento) devo per forza di cose evidenziare che l’affermazione di Miglio di riportare tutta la vicenda di utilizzo dei finanziamenti persi alla prima data di scadenza fissata al 26/6/2014 è veramente scandalosa e strumentale.
Dalla lettura degli atti in possesso, si evince chiaramente il tenore delle bugie e della falsità di Miglio che crede di amministrare il suo condominio e non una città di 55.000 abitanti. Miglio dimentica che dopo il 26.06.2014 vi furono incontri presso la Regione Puglia, precisamente il 27/11/2014, per chiedere la proroga dello stesso finanziamento e che nella stessa occasione ne venivano concordate le modalità di concessione (pag. 4 della relazione che il Responsabile Unico del Procedimento, dott.ssa Elena Antonacci ha inviato al sindaco il 9/1/2016). Non dice nemmeno il Sindaco che la richiesta ufficiale di proroga alla Regione è stata inviato solo il 19/12/2014 (20 giorni dopo la riunione) e fa finta di niente anche sulla Determinazione Dirigenziale della II Area n. 448 del 29/12/2014 che impegnava per il futuro i fondi ottenuti con il finanziamento.
E ancora il Responsabile Unico del Procedimento a pag. 5 della già citata relazione, seppure data in un clima di “scaricabarile” e di rimpallo di responsabilità parla del coinvolgimento nella triste vicenda degli organi politici comunali, che invece Miglio omette di indicare nella risposta all’interrogazione.
Alla fine resta la certezza, della perdita del finanziamento ( 488,870,00 euro) che, per la scelleratezza dell’attuale A.C. di San Severo, ha coinvolto negativamente anche i comuni di Torremaggiore, San Paolo di Civitate, Apricena, Serracapriola e Chieuti, per i quali il Comune di San Severo ha operato, su delega degli stessi (non sapevano in che mani si affidavano!!), in qualità di capofila. Tale certezza, oltre che dai fatti, è sancita anche nel verbale del tavolo tecnico avutosi presso la Regione Puglia il 23/11/2015.
Stessa storia per quanto riguarda il finanziamento ottenuto per l’intervento”Completamento, adeguamento, valorizzazione del MAT” pari a 500.000,00 euro già concesso e perso dal Comune di San Severo. Stessa inerzia, stessa incompetenza, stesso danno.
In definitiva sono andati in fumo complessivamente 988.870,00 euro in un momento delicatissimo per la città, il tutto mentre gli organi preposti giocano ad un vergognoso scarica barile e rimpalli.
Non mi resta che dire, sempre con più forza e convinzione, che questa Amministrazione Comunale deve assumersi la responsabilità delle sue incapacità strutturali, farsi un bagno di umiltà invece di inveire contro chi denuncia i gravi errori e lasciare ai cittadini di San Severo la possibilità di scegliersi degli amministratori più capaci.

Consigliere Comunale
Rosa Caposiena

Altri articoli

Back to top button