ComunicatiPrima pagina

NOTIZIE DA BOURG-EN-BRESSE LA…SAN SEVERO FRANCESE

di ENRICO PALMIERI

Caro Direttore, è ormai consuetudine comunicare notizie della città gemella francese di Bourg-en-Bresse dove vivono tante famiglie di origine sanseverese. Pertanto le novità di Bourg-en-Bresse interessano le altrettanto numerose famiglie sanseveresi che hanno parenti emigrati nel capoluogo dell’Ain dal 1924. Il destino della popolazione burgienne (cioè di Bourg)) è così strettamente legato a quella sanseverese. A titolo di esempio, inquietudini relative al coronavirus non hanno mancato di alimentare le discussioni e la cronaca locale di Bourg-en-Bresse. Logicamente, in qualità di rappresentante dell’associazione franco italiana “LE RONDINI PUGLIESI”, sono stato interpellato dai mass media francesi per conoscere notizie legate alle nostre famiglie in Italia. Il legame di sangue che unisce le due città si traduce, attraverso il protocollo di amicizia esistente tra le due realtà amministrative attraverso scambi istituzionali e ovviamente attraverso le notizie correnti di cui “LA GAZZETTA DI SAN SEVERO” dà regolarmente eco. Le ultime notizie provenienti da Bourg   sono in primis legate all’emergenza Coronavirus. Come in tutta la Francia, Bourg-en-Bresse sta vivendo l’atto terzo di questa pandemia con il blocco di praticamente tutte le attività e l’obbligo di munirsi di un’autocertificazione per gli spostamenti di prima necessità. A questo proposito, comunico che non ci sono problemi legati al Coronavirus presso le nostre famiglie sanseveresi. L’altra notizia di attualità è l’elezione municipale svoltasi domenica 15 marzo scorso. Elezioni che si svolgono su due turni se nessun candidato ottiene la maggioranza assoluta di più di 50% dei votanti. Il sindaco uscente, JEAN FRANÇOIS DEBAT ((nella foto)) di orientamento socialista democratico è stato rieletto al primo turno con la straordinaria percentuale del 60,98 % dei suffragi accedendo così al terzo mandato consecutivo e migliorando ancora il suo già lusinghiero risultato precedente di 59,19 % del 2014. E’ un successo storico perchè è la prima volta che un sindaco viene eletto per tre volte consecutive a Bourg. Non c’è dubbio che la sua politica “equilibrata” a favore della collettività “burgienne” è stata premiata. Il secondo fattore del suo successo è l’assenza di personalità forti e di persone di spessore politico nell’opposizione. Opposizione che si presentava come segue: la destra moderata tradizionale (LR) era rappresentata da AURANE REIHANIAN, un giovane di 27 anni alle sue prime armi a questo livello. Il suo risultato di 20,66 % anticipa quello del candidato di Rassemblement National (Le Pen) JÉRÔME BUISSON (8,58%), mentre il candidato della maggioranza presidenziale MICHAËL RUIZ arrivava a 7,42% e il candidato LUTTE OUVRIÈRE 5%. E’ da rilevare che, incidente diretto o meno del problema Coronavirus, la percentuale dei votanti è stata solo del 35,89%. Per chiudere questa rubrica, a motivo del Coronavirus, il Governo francese ha rinviato il secondo turno a giugno 2020. Rinvio che non dovrebbe avere una grande incidenza perchè poche sono le liste ancora in competizione. Per quello che riguarda i rapporti con San Severo, il Sindaco di Bourg-en-Bresse è desideroso di scoprire la città di provenienza di tanti suoi amministrati ma per il momento non ne ha avuto l’opportunità. Invitato per la prossima Festa Patronale dal collega FRANCESCO MIGLIO, il problema Coronavirus rischia ancora una volta di rinviare la sua visita a San Severo. LA GAZZETTA DI SAN SEVERO si congratula con il riconfermato Sindaco JEAN FRANÇOIS DEBAT per la sua brillante rielezione alla testa della Municipalità di Bourg-en-Bresse, esprimendo l’auspicio di vederlo presto a San Severo.

Altri articoli

Back to top button