EventiPrima pagina

“NOVELLI in CORSO 2019” a Torremaggiore convegno sulla peranzana

NOVELLI in CORSO 2019 06 dicembre – Castello Ducale Torremaggiore CONVEGNO Peranzana: strategie di promozione e comunicazione per i mercati emergenti Nell’ambito della manifestazione “Novelli in Corso”, promossa dal Comune di Torremaggiore, Regione Puglia e altri enti (6 – 8 dicembre), il Consorzio Peranzana ha inteso proporre un convegno incentrato sull’analisi delle potenzialità della filiera olivicolo – olearia del territorio attraverso l’utilizzo degli strumenti di comunicazione e delle strategie di mercato. “Il Consorzio, spiega il presidente dr Severino Carlucci, negli ultimi anni attraversa una fase di evoluzione verso i mercati di nicchia potendo contare su un sistema “oliva – olio”, quale binomio sinergico, da cui è possibile generare un “valore aggiunto” utile a migliorare l’immagine del territorio. Questo “percorso virtuoso” fa leva su un programma di qualificazione e valorizzazione della varietà che si intende condividere con il maggior numero di aziende olivicole, confezionatori e frantoi. Il brand “Peranzana” – aggiunge ancora il Presidente – rappresenta ormai un riferimento per il territorio pugliese, come dimostra anche la progressiva affermazione dell’oliva da tavola che registra una importante affermazione di vendite grazie alle sue eccelse qualità merceologico – sensoriali. L’olio evo Peranzana presenta peculiarità distintive grazie alla forte emanazione del suo territorio, storicamente vocato, a cui il Consorzio sta lavorando per rafforzare un’immagine e un’idea imprenditoriale vincente. Ad affermarlo il direttore, dr Nazzario D’Errico, il quale precisa che da anni si lavora per una “vision integrata” intesa come costruzione del valore di un elemento territoriale che può raggiungere livelli di eccellenza. Un altro “valore aggiunto” in fase di costruzione necessario ad accrescere la competitività delle imprese nei mercati internazionali in cui è possibile individuare spazi commerciali in grado di apprezzare le sue caratteristiche qualitative e nutrizionali. Oggi diventa necessario differenziare le produzioni olearie per “segmento qualitativo” comunicando i vantaggi che un olio offre rispetto ai competitors; i caratteri distintivi non possono che passare attraverso la certificazione di qualità, la tracciabilità e l’analisi sensoriale utile sia per convalidare la tipicità e la peculiarità dell’olio Peranzana, considerate di fatto irriproducibili, sia per assicurare tutela e garanzia ad un consumatore moderno sempre più informato e attento alla qualità nonché ai bisogni salutistici. La crisi del mercato dell’olio ha interessato ormai anche la Spagna che nell’ultimo decennio ha registrato un forte trend produttivo e continui successi commerciali. In un sistema globalizzato sempre più destrutturato la competitività delle imprese nei mercati non può più prescindere da una serie di processi come la pianificazione, il miglioramento della qualità degli oli e una efficiente rete commerciale integrata in un sistema di filiera. Queste prerogative sono necessarie anche per combattere le continue azioni fraudolente e le speculazioni dei prezzi di mercato che il comparto subisce senza difesa alcuna. Il convegno, che si svolgerà nel Castello Ducale di Torremaggiore, prevede l’intervento di tecnici ed esperti del Consorzio, Coldiretti, ricercatori dell’Università ed analisti che affronteranno le tematiche del mercato e della qualità sensoriale anche in termini salutistici. Il programma prevede, infine, uno spazio dedicato ad alcune imprese del territorio che hanno contribuito con successo.

Ufficio per la comunicazione Consorzio Peranzana Alta Daunia – via Goito 8 Torremaggiore (Fg) telfax 0882383474 – consorzio.peranzana@gmail.com

Altri articoli

Back to top button