ComunicatiIn evidenza

NUOVA STAZIONE ELETTRICA DELLA RETE NAZIONALE NELLA VICINA TORREMAGGIORE

Nei prossimi anni ci sarà nel nostro territorio, per la precisione in agro di TORREMAGGIORE, un investimento da quasi 400 MILIONI DI EURO per una nuova stazione elettrica, che impiegherà circa 450 lavoratori e circa 100 imprese di settore. TERNA, la ditta che realizzerà l’opera, impiega ogni giorno in Puglia 140 persone nello sviluppo e nella manutenzione della rete elettrica regionale, per circa 4.200 km di linee in alta e altissima tensione per 66 stazioni elettriche. Il Piano Industriale di TERNA 2021-2025 prevede nella nostra regione un grande incremento degli investimenti per lo sviluppo della rete elettrica pugliese in funzione della transizione energetica di cui l’azienda è tra i maggiori protagonisti italiani. E’ già stato ufficialmente annunciato che, oltre all’impiego di 100 imprese e circa 450 tra operai e tecnici, saranno impegnati, come previsto nel grande piano di lavori predisposto, circa altri 50 fra professionisti e studi tecnici. E’ stato anche anticipato che dell’ammontare totale degli investimenti previsti, oltre 210 milioni di euro saranno impiegati in interventi di ammodernamento e rinnovo di impianti nuovi o già esistenti. TERNA prevede infatti l’installazione nelle stazioni elettriche di Brindisi, Troia e Foggia di cosiddetti compensatori sincroni, cioè macchinari tecnologicamente molto avanzati che consentono di stabilizzare e gestire in sicurezza tutta la rete elettrica di zona, regolando in modo eccellente la tensione e riducendo ai minimi termini le possibilità di sbalzi dovuti all’intermittenza delle produzioni di fonti eoliche e fotovoltaiche che, come si sa, sono molto sviluppate in tutta la Puglia. Tra i tanti interventi previsti nell’arco di tempo del prossimo triennio è compresa anche la realizzazione di una nuova stazione elettrica e delle necessarie connessioni alla rete elettrica nazionale appunto nel vicino centro di TORREMAGGIORE. Dunque, con questa realizzazione, si rafforzerà la rete energetica elettrica del nostro territorio in particolare ma anche della Capitanata e della Puglia tutta, aumentando di parecchio lo sviluppo di settore della nostra terra.

Altri articoli

Back to top button