CronacaIn evidenza

Omicidio a San Severo: interrogato imprenditore. Si attende autopsia sul corpo di Buttacchio

Il corpo di Bonifazio Buttacchio, carpentiere di 57 anni, incensurato di San severo, è stato trovato ieri mattina esanime, all’interno del cantiere di via Cannelonga (villa comunale). E’ stato raggiunto da un colpo con un attrezzo da lavoro o, da un proiettile di pistola che ne ha causato la morte.

Domani 22 novembre, potrebbe svolgersi l’autopsia sul corpo di Bonifazio Buttacchio.

Ieri mattina, la vittima è stata trovata priva vita, aveva una profonda ferita lacero-contusa al capo.  Al momento l’arma del delitto non è ancora stata ritrovata dai Carabinieri, ai quali sono affidate le indagini del caso. L’autopsia, sarà utile a fare chiarezza sulle modalità dell’omicidio.

Per questo efferato delitto, si è costituito il titolare del cantiere, Vincenzo Gualano 39enne di San severo. L’uomo è stato interrogato fino a sera dalla pm Caterina Bray.

Sul fatto c’è il massimo riserbo da parte degli inquirenti.

Da quanto si apprende le discussioni tra Buttacchio e l’ex datore di lavoro Gualano sarebbero iniziate già da un pò di tempo perchè l’operaio vantava un credito di pochi euro (circa 200 euro) per lavori pregressi. Pare abbia preteso più volte dall’imprenditore 39enne la somma di denaro. Gli investigatori stanno verificando se vi siano da parte dell’indagato alcune denunce contro  Buttacchio.

RUBINO20x20_postpubblicitario-02

Altri articoli

Back to top button