CronacaIn evidenza

OMICIDIO PERILLO: PROSEGUE IL PROCESSO PER LA MORTE DELLA RAGAZZA. IL 18 GIUGNO E’ PREVISTO L’ESAME DEL PROF. ALESSANDRO MELUZZI

Prosegue a ritmi serrati il processo a carico di Francesco D’Angelo, il giovane sanseverese accusato dell’omicidio dell’ex fidanzata Roberta Perillo, consumato brutalmente l’11 luglio 2019 nell’abitazione di quest’ultima.

Questa mattina si è infatti tenuta l’ennesima udienza dinanzi alla Corte d’Assise del Tribunale di Foggia, presieduta dal dott. Mario Talani, Giudice a latere la dott.ssa Flavia Accardo, P.M. la dott.ssa Rosa Pensa, nel corso della quale è stato escusso uno dei testi delle parti civili, rappresentate dagli avvocati Guido de Rossi, Roberto de Rossi e Consiglia Sponsano.

Il processo è stato rinviato all’udienza del 28 maggio per l’esame degli ultimi testi di parte civile.

Vi è grande attesa per l’escussione del consulente dei familiari della vittima, il professor Alessandro Meluzzi, psicologo e criminologo di fama nazionale, noto volto televisivo, che sarà sentito il 18 giugno prossimo in ordine alla capacità di intendere e volere del D’Angelo al momento del fatto, che rappresenta il punto nodale della vicenda giudiziaria.

Presenti in aula, come in tutte le udienze precedenti, i genitori e il fratello di Roberta, assente per rinuncia l’imputato (detenuto), difeso dall’avv. Michele Curtotti.

Altri articoli

Back to top button