ComunicatiPrima pagina

On. Faro ‘Le misure adottate dal Governo per sostenere la pesca, l’edilizia, le famiglie e le imprese’

FARO, INSIEME PER IL FUTURO: “APPROVATE DAL GOVERNO MISURE IMPORTANTI PER SOSTENERE LA PESCA, L’EDILIZIA, LE FAMIGLIE E LE IMPRESE”

Una nota dell’on. Marialuisa Faro, vicepresidente del gruppo Insieme per il Futuro alla Camera dei Deputati, e componente della Commissione Bilancio.

“Mentre l’attenzione mediatica continua ad essere concentrata su polemiche che producono l’effetto di ridurre la politica a beghe da cortile, noi continuiamo a lavorare per il bene del Paese e a sostegno delle famiglie, delle imprese, dei comparti più esposti alla crisi e all’escalation di aumenti che rischiavano e rischiano di paralizzare la nostra economia, già duramente provata dalla pandemia prima, dalla guerra in Ucraina poi.

Il Governo ha così accolto la proposta emendativa al Dl Aiutidepositato alle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera, finalizzata a prorogare nel secondo trimestre 2022 il contributo del 20 per cento sulle spese di acquisto carburante: una misura da 23 milioni di euro, fortemente spinta dalla viceministra Laura Castelli, mirata a garantire continuità e prospettive alla pesca, comparto messo in ginocchio dal caro-gasolio. Parallelamente, sempre attraverso un emendamento al Dl Aiuti, l’esecutivo ha proposto l’allargamento della platea a cui è possibile cedere il credito fiscale maturato (società, professionisti, partite Iva), ‘soggetti non rientranti nella definizione di consumatori o utenti, che abbiano stipulato un contratto di conto corrente con la banca cedente’, per sbloccare la cessione dei crediti legati al Superbonus 110 % e impedire un nuovo blocco del comparto edilizio – dopo la ripresa sostenuta proprio dalla misura adottata -, la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro e la chiusura di altrettante migliaia di piccole e medie imprese.

Ancora, sempre il Decreto Aiuti approvato dal Governo Draghi ha stanziato altri 3 miliardi per sterilizzare l’aumento del costo dell’energia elettrica e del gas naturale, scongiurando aumenti delle relative bollette che potevano salire nell’immediato fino al 40 per cento, e avrebbero avuto un impatto disastroso con un effetto domino ancora più preoccupante. La cifra erogata finora dall’inizio dell’anno per questa emergenza è di 30 milioni, e il presidente del Consiglio Mario Draghi ha annunciato ulteriori misure per proteggere il potere d’acquisto delle famiglie – attraverso bonus e interventi ad hoc legati al reddito – e sostenere la crescita e la competitività delle imprese, in particolare di quelle più fragili. E’ la migliore risposta che la Politica al servizio dei cittadini e della comunità può dare in questa delicata fase storica, con il senso di responsabilità che non si preoccupa di cercare o cavalcare il consenso, ma di mettere in sicurezza il Paese”.

Roma, 3 luglio 2022

Altri articoli

Back to top button