Comunicati

Ondina INGLESE e Gigi DAMONE: riflessioni su alcune proposte di rilancio del commercio locale (anche ambulante).

Ondina INGLESE e Gigi DAMONE, candidati nelle liste dei Popolari per l’Italia hanno svolto alcune riflessioni per mettere a punto delle iniziative e delle proposte per il rilancio del commercio, confrontandosi con esperti del settore e mettendosi all’ascolto delle

 

numerose esperienze maturate “sul campo”, ben comprese le proposte dell’Associazione AGORA’.

Un altro approfondimento che prosegue nel solco del format della Coalizione Bene Comune con Francesco Miglio Sindaco, che ha deciso di dare voce agli esperti dei vari settori: il prof. Pinuccio CATALANO (finanze e bilancio), il dott. Antonio TANGA (ordine pubblico e sicurezza), il Vice Ministro Andrea OLIVERO (agricoltura ed EXPO’ 2015, la sottosegretaria Angela D’ONGHIA (istruzione e formazione), il sottosegretario Mimmo ROSSI (difesa e distretto aerospaziale), la campionessa Valentina VEZZALI (sport e valori olimpici) e tanti altri.

La costante evoluzione delle dinamiche commerciali ed il fallimento delle pregresse gestioni amministrative impongono, infatti, la rivisitazione generale della politica commerciale locale. Ecco alcuni punti delle molteplici iniziative da mettere in campo per provare a migliorare le cose in un settore strategico per la prosperità della città.

La prima preoccupazione dell’organo amministrativo che sarà eletto nella imminente tornata elettorale deve essere volta alla ripresa delle piccole e medie imprese – vera risorsa del Paese e di tutti i territori – già fortemente penalizzate a San Severo dalla grande distribuzione e dal decentramento periferico imposto senza un’accurata analisi dei costi e dei ricavi, con inutile spreco di risorse soprattutto a causa dell’insufficiente decentralizzazione degli uffici pubblici e dei centri civici.

I rappresentanti di categoria lamentano l’inutilità della realizzazione di costosi manufatti destinati ai mercati rionali, in mancanza di uno spirito collaborativo tra le parti interessate (forze politiche, corpo dei VV.UU., rappresentanze sindacali) che ha di fatto impedito il completamento degli organici nei mercati periferici.

Si rende altresì doveroso confermare l’ubicazione attuale del mercato settimanale, la cui ulteriore marginalizzazione comprometterebbe una economia che, anche con l’indotto, occupa numerosissimi addetti.

Occorre nondimeno trovare le risorse per prevedere la possibile decurtazione degli importi dovuti a titolo di tributi locali in favore delle piccole e medie imprese commerciali, artigianali e agricole, al fine di risollevare la depressa economia locale: è possibile prevedere l’abbattimento percentuale degli oneri fiscali in caso di prestazioni gratuite e meritevoli al servizio della collettività secondo criteri oggettivi e concreti: i Popolari per l’Italia stanno – ad esempio – studiando una fiscalità di vantaggio per gli esercizi che consentiranno una rete WIFI gratuita in tutta la città.

Di pari interesse appare la promozione di eventi fieristici periodici, volti a fidelizzare avventori, soprattutto forestieri, nel nostro territorio incrementando, anche attraverso l’indotto, l’economia locale, nell’ambito del progetto di più ampio respiro previsto per il rilancio dell’agro-alimentare, del turismo, dell’arte.

In tale ambito un posto di rilievo dovrebbe essere previsto per il nostro “cibo di strada”, prevedendo iniziative dedicate agli operatori che fanno della nostra tradizione eno-gastronomica di tale tipo il loro orgoglio e la loro forza.

All’uopo si prospetta doveroso garantire opportune agevolazioni economiche e fiscali per l’organizzazione di tali manifestazioni che coinvolgano la fattiva collaborazione delle diverse attività, sia in sede fissa che ambulante, in una sorta di centro commerciale a cielo aperto.

Non solo!

Ulteriori stimolanti iniziative, anche per i più giovani, sono rappresentate dalla contemporanea pianificazione di festival folkloristici, spettacoli di artisti di strada, stand di enogastronomia e artigianato locale, tanto da rendere appetibile una partecipazione attiva sia della cittadinanza che del circondario: specie durante le manifestazioni principali, prima fra tutte quella di Maria SS. del Soccorso!

Il tutto a costo zero!

Un ulteriore importante aspetto da considerare è rappresentato dall’allarme sicurezza, che sta tanto a cuore di tutti i cittadini e gli operatori economici.

I titolari di esercizi commerciali – e non solo loro –  lamentano rapine ed episodi di malcostume, che limano una economia già depressa, allontanando clientela pure scoraggiata dalla pesante crisi.

Facendo tesoro degli spunti offerti dal dott. TANGA i Popolari per l’Italia propongono altre ricette: la mappatura delle telecamere pubbliche e private, il coordinamento delle forze pubbliche, onde incrementare il pattugliamento del territorio (attivo ed efficace in paesi poco lontani da San Severo) ed il potenziamento delle funzioni della polizia municipale, assicurerebbero un controllo valido e capillare, che assesterebbe un duro colpo al fattore criminalità.

Non è da poco la possibilità di addivenire ad una convenzione con i comuni viciniori che preveda lo scambio degli agenti della polizia municipale per la tutela dell’ordine pubblico e commerciale della città, garantendo agli stessi la necessaria tranquillità di operare in territori sicuri, dove non possono essere oggetto di ritorsione.

A tutto a vantaggio della collettività e dell’economia locale, che ricomincerebbe a partire, con possibilità di investimenti e di incremento occupazionale.

Questi alcuni punti di forza di un programma coerente, credibile e realizzabile che Popolari per l’Italia Ondina INGLESE e Gigi DAMONE, facenti parte della Coalizione Bene Comune con Francesco Miglio Sindaco intendono realizzare durante la prossima amministrazione comunale.

San Severo, oggi 16 maggio 2014.

Altri articoli

Leggi altro
Close
Back to top button