ComunicatiPrima pagina

OSPEDALE: IL SUCCESSO CLINICO E’ SEMPRE UN LAVORO INTERDISCIPLINARE E DI SQUADRA

✍️✍️LETTERA ALLA GAZZETTA✍️✍️

“Gentile Direttore Responsabile,
con preghiera di immediata pubblicazione mi corre l’obbligo comunicare alcune fondamentali precisazioni in ordine alle notizie apparse in questi giorni sul paziente Covid dimesso con successo dall’Ospedale di San Severo.
Premetto che con Delibera del Direttore Generale n. 49 del 30 gennaio 2020 sono Direttore ad interim dell’UOC di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale Teresa Masselli Mascia di San Severo in quanto già Direttore dell’UOC di Anestesia e Rianimazione dell’Ospedale G. Tatarella di Cerignola.
Pur comprendendo l’entusiasmo dei miei collaboratori nel successo terapeutico ottenuto, sono state richieste e rilasciate dichiarazioni spontanee che però meritano di essere centralizzate e precisate da fonti ufficiali sia pure nel rispetto del diritto di stampa e di parola di ciascuno, ma soprattutto nel rispetto della riservatezza del paziente in primis evitando eccessive autocelebrazioni che in campo sanitario non hanno motivo di essere.
Il lavoro di squadra è fondamentale nella cura di questi pazienti e tutti hanno svolto egregiamente il proprio compito, ciascuno per il proprio settore di competenza. Dopo un primo specifico trattamento cardiologico il paziente, accertata la positività Covid e verificato che non fosse trasferibile altrove in centri di riferimento Hub è stato trasferito presso la Rianimazione di San Severo per le cure intensive di cui necessitava, con urgenza in apposita area di isolamento e dietro la mia autorizzazione.
E’ seguito un lungo e complesso periodo di trattamento compreso quello sperimentale con il farmaco Tocilizumab grazie alla richiesta all’Istituto Pascale di Napoli, da me inoltrata ed accolta, di inserire le Rianimazioni di San Severo e Cerignola fra i centro accreditati dall’Istituto campano che peraltro ci ha fornito i farmaci tempestivamente.
Sono stati seguiti, sempre in Rianimazione, tutti i protocolli e le procedure di trattamento ventilatorio fino al progressivo svezzamento ed estubazione riportando il paziente in respiro spontaneo. A questo punto il paziente non è stato subito dimesso ma è stato trattenuto per altri giorni per confermare la stabilizzazione dei parametri cardiorespiratori e dopo aver eseguito ulteriori tamponi, i cui risultati afferiscono unicamente alla riservatezza dei dati clinici personali, è stato trasferito in ospedale Hub per il prosieguo delle terapie.
La particolarità di questo caso clinico è stata una doppia gestione:
– una cardiologica perché il paziente aveva subito una delicata angioplastica perfettamente riuscita cui, sfortunatamente, si è sovrapposta l’infezione da Covid-19 mettendo seriamente a rischio la vita del paziente;
– una Rianimatoria e intensiva estremamente impegnativa che anche attraverso l’utilizzo del farmaco Tocilizumab ha consentito di ottenere un importante successo che è il risultato delle sinergie di tutti componenti delle équipes coinvolte.
Un particolare doveroso ringraziamento va anche alla Direzione Strategica Aziendale ASL e al Servizio di Farmacia della ASL che perfettamente coordinati con l’UO da me diretta hanno fornito tutto il supporto logistico, di materiali e device necessari ad affrontare l’emergenza sanitaria e la cura dei pazienti.
E’ stato quindi un lavoro di squadra interdisciplinare ad elevati livelli di competenza e solo attraverso una tipologia di lavoro di questo tipo si possono ottenere buoni risultati nell’interesse della comunità, del territorio, della città di San Severo. Occorre partire da questi presupposti, ed è il mio personale impegno, per rendere l’Ospedale di San Severo, come si è visto, un bene prezioso e valido per tutti i cittadini.”

Dr. Dario Galante
Direttore UOC di Anestesia e Rianimazione
Ospedale Teresa Masselli Mascia di San Severo

Altri articoli

Back to top button