ComunicatiIn evidenza

PD: A San Severo si continuerà a nascere

 La disposizione emergenziale COVID 19 della direzione generale ASL FG del 30 marzo 2020 disponeva l’accorpamento delle unità operative di ginecologia e ostetricia e di pediatria e neonatologia, seppur in modo provvisorio, del nostro presidio ospedaliero di San Severo alle corrispondenti unità operative dell’ospedale di Cerignola.

Tale disposizione, premesso che le emergenze ostetrico-ginecologiche abbiano alto carattere di rischio (in considerazione della loro rapida insorgenza della rapidissima evoluzione e dell’alta mortalità legata, spesso, alla tempistica di intervento) avrebbe potuto mettere in grave pericolo la vita delle pazienti e dei neonati.

Tale rischio diventava ancor più alto per coloro che vivono nei comuni dell’intero Alto Tavoliere e del Subappennino Dauno che trovavano nel nostro presidio ospedaliero un porto sicuro e che avrebbero dovuto percorrere ulteriori  km per raggiungere un pronto soccorso ostetrico.

Il Partito Democratico di San Severo, con pazienza e determinazione, insieme all’intera filiera Istituzionale, ha interloquito con il Direttore Generale, e con il Presidente Emiliano, affinché la disposizione della direzione generale trovasse una ridefinizione funzionale in un periodo in cui bisogna essere coscienti del rischio che il coronavirus modifichi le nostre vite e le disponibilità ospedaliere.

Allo scopo, quindi, di mettere a disposizione l’intera ala attualmente riservata alla ginecologia e ostetricia, si è accorpata logisticamente la ginecologia alla pediatria.

In tal modo, occupando solo l’ala della pediatria, si potranno continuare a svolgere le attività legate al punto nascita, riducendo del 50% l’occupazione degli spazi ed assicurando le migliori cure alle partorienti e ai loro figli. Preme sottolineare che i percorsi per raggiungere l’attuale ala ginecologia e l’attuale Pediatria possono essere indipendenti l’uno dall’altro.

Il nostro obiettivo era quindi di permettere la prosecuzione del prezioso, funzionale ed encomiabile lavoro del punto nascita, consentendo, qualora fosse necessario, un’ampia disponibilità di posti letto per eventuali pazienti Covid o post-Covid.

E ci siamo riusciti, un lento, silenzioso, continuo lavoro che ha portato il risultato richiesto dai cittadini, e dagli operatori ospedalieri, perché una classe dirigente non deve inseguire i like sui social, ma deve difendere il diritto alla salute di ogni persona, nel confronto legittimo, e quanto serve anche  aspro, con le Istituzioni deputate a decidere.

Sempre al fianco della cittadinanza di San Severo, e dell’Alto Tavoliere, nelle giuste battaglie, e con i giusti modi e metodi, tipici di una classe dirigente, che non urla ma raggiunge obiettivi.

                                                                                 PARTITO DEMOCRATICO SAN SEVERO

Altri articoli

Back to top button