Prima paginaSport

Pedalata dell’ASD Amici in Bici San Severo al Santuario della Madre Incoronata di Foggia

Grande entusiasmo e partecipazione il 20 marzo scorso per l’escursione organizzata dall’ASD AMICI IN BICI SAN SEVERO al Santuario di Maria Santissima dell’Incoronata di Foggia.

Un appuntamento usuale dell’associazione in questo periodo di preparazione generale, che prevede uscite lunghe e pianeggianti per preparare la gamba, come si suol dire, per le fasi più impegnative dell’allenamento.

L’evento denota la fervida devozione di tutti i ciclisti sanseveresi per la Madonna affinchè li “protegga dalle insidie della strada e gli consenta di ritornare sani e salvi dalle loro famiglie”

Gli atleti si sono radunati alle ore 7,30 in Via Foggia per poi partire immediatamente ed imboccare la Strada Statale 16 in direzione Foggia.

Al bivio per Manfredonia, la carovana dei ciclisti ha proseguito verso la S.S. 16 bis per poi arrivare nel bosco dell’incoronata e percorrere uno dei tratti naturalistici più belli d’Italia.

Ad attenderli c’era don Ugo, il Padre Cappellano del Santuario, che dopo aver impartito la benedizione, ha letto un passo di San Paolo in cui uno dei suoi consigli più sentiti e rivolti alla fede, fa riferimento allo sport. “Combatti il buon combattimento della fede”.

Dopodichè don Ugo si è recato sul sagrato della chiesa per benedire le biciclette di tutti gli atleti intervenuti.

A fine cerimonia tutti i partecipanti hanno usufruito di un lauto ristoro offerto dall’associazione per recuperare le forze in vista del ritorno.

Anche stavolta l’organizzazione è stata impeccabile, grazie ai due mezzi di supporto tecnico al seguito, che hanno garantito l’incolumità dei partecipanti e prestato soccorso ai ciclisti che hanno lamentato problemi tecnici al mezzo.

Finalmente siamo ripartiti dopo due anni – ha riferito il presidente dell’associazione ciclistica  sanseverese – abbiamo testimoniato la nostra devozione alla Madonna che per noi è sempre un punto di riferimento nelle nostre preghiere, prima  di intraprendere qualsiasi attività cicloturistica.

Una bella giornata di fede, sport e cultura dove si è respirata aria di benessere sia spirituale che fisica.

LUIGI CENTUORI

Altri articoli

Back to top button