ComunicatiPrima pagina

Poche sono le regole da seguire “rispettiamo chi si sta spendendo per questa emergenza”

In queste ore drammatiche,chiusi in casa ascoltiamo,ora dopo ora, veri e propri bollettini di Guerra. Una Guerra assurda che i nostri Eroi, in prima linea, stanno combattendo con armi inadeguate contro un nemico invisibile e subdolo pronto a colpire senza alcuna distinzione.

La parola “Privacy”, le assurde bugie e scusanti pronunciate e dette da chi vuole, di proposito e caparbiamente, disubbidire a  quelle poche REGOLE mettendo a grave rischio la VITA altrui, non esistono per chi è sempre pronto a spendersi per il bene della propria COMUNITÀ.
Per chi ha capito il dramma del momento che stiamo vivendo, questo comportamento è assurdo ed inaccettabile per un Paese Civile.
Mai e poi mai, la stragrande maggioranza degli Italiani  disposti a fare questo piccolo sacrificio si sognerebbero, con assoluta strafottenza, di beffeggiare  Sindaci e Pubblici Ufficiali che stanno affrontando, per il nostro bene, gravi difficoltà con grande senso di abnegazione  per la propria COMUNITÀ e lontani dai loro Cari e dai loro Affetti.
Per coloro che dispregiano le regole e la Vita altrui, dando uno spettacolo indecoroso, anche la Storia vi ricorderà, siatene certi.
Non farà Nomi e Cognomi perché indegni ma, a Futura Memoria, siete e resterete la VERGOGNA della Nostra Bella ITALIA che unita ce la farà.
Diego Matarante

Altri articoli

Back to top button