ComunicatiPrima pagina

Presso l’associazione Superamento Handicap un “gruppo di amici” ha realizzato pacchi viveri per le famiglie in disagio.

Solidarietà a tutto tondo, nel triste periodo della storia dell’umanità che si sta attraversando. Ma, come si dice, al cuor non si comanda ed a San Severo, presso l’associazione Superamento Handicap, “Un gruppo di amici”, non ha esitato a realizzare pacchi viveri da donare alle famiglie indigenti. Gli amici sono loro: “Ognuno per il suo motivo è inciampato in problematiche con la giustizia facendo scelte sbagliate e mettendo a rischio il proprio futuro. Abbiamo pagato con anni di detenzione. Ma quello che paghiamo, ancora oggi, è di dover fare i conti con il giudizio e pregiudizio superficiale ed affrettato che la società c’impone e ci etichetta senza chiedersi ‘il perché’ delle nostre azioni e senza capire l’isolamento e i problemi che ci hanno spinto a condurre una vita diversa. Questo prezzo lo paghiamo noi, ma più ingiustamente le nostre famiglie e i nostri figli che anche loro sono costretti talvolta a delle discriminazioni”. Gli “amici” entrano nel merito: “Se oggi abbiamo deciso di tendere una mano alla nostra città è perché, sulla nostra pelle, abbiamo provato il dolore di non avere nulla, di non poter provvedere al sostentamento delle nostre famiglie e dei figli, di essere rimasti soli in ‘4 mura’ senza l’ascolto di nessuno. Oggi lavoriamo, alcuni di noi si sono realizzati, e vogliamo donare dalle nostre tasche generi alimentari per le famiglie di San Severo che ne hanno necessità in questo momento. Vogliamo sentirci parte integrante di una comunità sana e che aiuta il prossimo, facendo riflettere tutti sul fatto che questa pandemia non guarda in faccia a nessuno e che nel prossimo futuro saremo tutti chiamati ad avere meno cattiveria e più solidarietà. Alla fine dell’iniziativa daremo riscontro del lavoro svolto”. Le loro conclusioni: “Per questo importante progetto ci stiamo avvalendo dell’esperienza e della professionalità del presidente dell’associazione Superamento Handicap, Fernanda Braccia che da anni accoglie tutte le persone come noi, che hanno commesso dei reati, guidandoli in percorsi d’inserimento sociale, trasmettendo valori ed ideali sani”. Così Fernanda Braccia: “Dal 3 al 10 aprile, nei i locali dell’associazione, alla mia presenza, di un operatore e di uno degli ideatori dell’iniziativa, saranno distribuite delle buste della spesa contenenti generi alimentari e beni di prima anche per l’infanzia. L’accesso sarà regolamentato e tutti dovranno indossare i DPI”.

Beniamino PASCALE

Altri articoli

Back to top button