ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

PRONTI A GARANTIRE IL RISPETTODI TUTTE LE REGOLE ELETTORALI

di DESIO CRISTALLI

Tra un paio di settimane ci travolgerà la campagna elettorale e, al solito, succederà di tutto, di più…! E’ nostro dovere professionale guardare oltre prima degli altri e richiamare ciascuno – a cominciare da noi operatori dell’informazione – ai propri doveri istituzionali, professionali, politici e civici. Gli abusi in materia di propaganda e l’indisciplinato modo di comportarsi delle ‘squadre partitiche’ addette alle affissioni o al presidio dei comitati elettorali consigliano di prepararsi a dovere da parte delle Autorità preposte ad ogni forma di controllo per moderare ogni eccesso e per assicurare a tutti i cittadini, i partiti e le organizzazioni fiancheggiatrici, durante tutta la campagna elettorale, parità di condizioni per la propaganda, eliminando ogni privilegio. Chiediamo, in pratica, una maggiore e democratica compostezza della competizione elettorale ed una accorta tutela dell’estetica cittadina quasi sempre deturpata, in passato, dall’intemperanza di una incontrollata propaganda, compiuta con ogni mezzo, consentito e vietato. Va per questo richiamata l’attenzione degli organi competenti sull’inderogabile necessità che vengano predisposte sin da ora TUTTE LE IDONEE MISURE PREVENTIVE E REPRESSIVE intese ad assicurare la più scrupolosa osservanza delle leggi, impedendo fiscalmente l’affissione di manifesti fuori dagli spazi assegnati con una tempestiva rimozione di ogni forma di propaganda vietata. Nella predetta opera di prevenzione e di repressione – come la Prefettura raccomanda in ogni circostanza elettorale o referendaria — le Autorità che hanno competenza in materia di ordine pubblico e di pubblica sicurezza, dovranno sollecitare la responsabile collaborazione dei partiti e delle organizzazioni politiche affinché le generali disposizioni della legge trovino, nelle concrete situazioni locali, la realizzazione più consona. In tal senso molto può essere fatto sul campo elettorale urbano anche dalla Polizia Locale e da quanti operano per conto dell’Ufficio Tecnico Comunale, che possono intervenire o segnalare a chi di dovere ogni (menefreghistica!) intemperanza elettorale. Una corretta e rigida disciplina inaridisce all’origine ogni occasione di scontro tra le varie fazioni in competizione, spesso esageratamente arroganti per irrazionali impulsi di parte. Ci auguriamo che questa…”predica preventiva”serva ad arrivare pronti, tra qualche settimana, ad arginare ogni deviazione antidemocratica in uno dei momenti più caldi della vita sociale della nostra Città. Tutto ciò, perché vengano tutelati appieno anche i diritti democratici dei Cittadini (e sono tanti!) ai quali interessano marginalmente i risvolti della competizione elettorale. Anche questi, per la legge, sono DIRITTI!

Altri articoli

Back to top button