ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

PROTESTANO TANTI CITTADINI CHE NON SANNO ANCORA IN QUALE SEZIONE ELETTORALE DOVRANNO ANDARE A VOTARE

Arrivati a una quindicina di giorni dal REFERENDUM COSTITUZIONALE del 4 DICEMBRE, numerosi Cittadini hanno scritto o telefonato alla nostra Redazione per chiederci di intervenire per sbloccare la situazione. Si sono infatti recati o hanno telefonato all’Ufficio Elettorale del Comune – ad esempio – dal quartiere che ruota attorno al Viale della Stazione, che tradizionalmente votavano all’ex Scuola “San Giovanni Bosco” e che poi erano stati dirottati nei locali della Casa della Madre e del Bambino di Via Don Minzoni, anch’essa ormai chiusa, per sapere in quale Sezione e in quale plesso scolastico devono andare a votare. Altri ancora votavano in Sezione allocate presso plessi interessati dalla chiusura per le criticità verificate e le consequenziali ristrutturazioni dei solai. L’Ufficio Elettorale di Palazzo Celestini ha rassicurato molti, informandoli che saranno affissi manifesti per la Città quanto prima. Noi però aggiungiamo che tanta gente non legge i manifesti ed esce poco di casa (come le persone molto anziane) e che dunque sarebbe stato già più saggio e razionale scrivere una lettera di poche righe da destinare di volata (attraverso messi comunali o agenti di Polizia Municipale o attraverso le Poste nazionali e/o private) alle centinaia di famiglie che devono cambiare Sezione per esercitare il diritto di voto. Lanciamo un APPELLO al Sindaco, all’Assessore di riferimento e al Dirigente comunale di settore perché si provveda il più presto possibile, al fine di non costringere la gente negli ultimi giorni a riversarsi tutta sul Municipio per chiedere delucidazioni in merito, intasando il lavoro, in questo periodo già STRAORDINARIO, dell’Ufficio Elettorale.
LA REDAZIONE

Altri articoli

Back to top button