CronacaIn evidenza

PUGLIA CONFERMATA IN ZONA ROSSA: Draghi: “Dal 26 aprile torna la zona gialla. Riaprono scuole a attività all’aperto

Covid, Draghi: “Dal 26 aprile torna la zona gialla. Riaprono scuole a attività all’aperto. Ma per non tornare indietro bisogna rispettare le regole”

In corso la conferenza stampa del presidente del Consiglio e del ministro Speranza. Superiori al via al 100% anche in zona arancione. Dalla stessa data ok anche ai teatri e ai cinema all’aperto, ma al chiuso ci saranno limitazioni. Speranza: “Si procederà per gradi”. Dal 15 maggio ok alle piscine all’aperto, dal 1 giugno sì alle palestre e dal 1 luglio via libera alle attività fieristiche.

“Dal 26 aprile tornerà la zona gialla e le scuole riapriranno completamente in presenza nelle zone gialle e arancione”. Lo ha annunciato il premier Mario Draghi all’inizio della conferenza stampa di questo pomeriggio a Palazzo Chigi. Si proseguirà con la ripresa delle piscine all’aperto dal 15 maggio e dal 1 giugno l’avvio di alcune attività legate alle palestre. Il 1 luglio, invece, potranno riprendere le attività fierestiche. “Il governo con questa decisione, basata su dati scientifici, ha preso un rischio ragionato sui dati, in miglioramento, dalla pandemia – ha proseguito Draghi – ma si fonda sull’idea che i comportamenti alla base dei protocolli di riapertura siano rispettati, come l’uso delle mascherine e il distanziamento”. Quindi, ha ribadito il presidente del Consiglio, “se i comportamenti saranno corretti, la probabilità che si debba tornare indietro sulle riaperture è molto bassa. Anche perchè la campagna di vaccinazione continua ad andare avanti”. Resterà quindi la divisione dell’Italia in fasce di colore giallo, arancione e rosso e a riprendere l’attività dal 26 aprile saranno scuole, ristoranti, teatri e cinema all’aperto. Consentita anche l’attività fisica all’esterno. (FONTE LA REPUBBLICA)

Per la sesta settimana consecutiva la Puglia sarà ancora in zona ROSSA. Il motivo fondamentale per il quale si è deciso di lasciare la Puglia in zona Rossa  è la pressione sulle terapie intensive (il 47% dei posti letto in terapia intensiva è occupato dai pazienti Covid, contro una media nazionale del 37%), dato più alto dall’inizio dell’emergenza sanitaria

 

Altri articoli

Back to top button