CronacaIn evidenzaPrima pagina

Quattro arresti dei Carabinieri di San severo, sequestrate munizioni e stupefacenti

I Carabinieri della Compagnia di San Severo hanno eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio effettuando svariati posti di controllo sulle principali vie di comunicazione dell’alto tavoliere.

L’attività ha interessato sia la città di San Severo che i comuni limitrofi dove i militari hanno dato esecuzione a diversi provvedimenti di custodia cautelare e perquisizioni.

In particolare, a San Paolo di Civitate è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente VOLGARINO DANIELE, classe 92. Durante una perquisizione all’interno del bar di cui è titolare, i Carabinieri rinvenivano occultati all’interno della cappa della cucina annessa al locale, 2 involucri con all’interno 12 grammi di cocaina oltre a materiale utile per la pesatura e il confezionamento in dosi della sostanza. L’uomo veniva quindi arrestato e tradotto presso il carcere di Foggia. Per lo stesso, a seguito dell’udienza di convalida, veniva disposto l’obbligo di firma.

A San Severo invece i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile intercettavano una Fiat Punto che al segnale di alt imposto dai militari, fuggiva a folle velocità in direzione delle campagne. Dopo un breve inseguimento il conducente veniva bloccato ed all’interno del veicolo venivano rinvenuti 377 colpi calibro 7.62, utilizzati anche per fucili mitragliatori kalashnikov. L’uomo, identificato in MANZARO MICHELE, classe 77, veniva arrestato per porto abusivo di munizionamento da guerra e tradotto presso il carcere di Foggia dove si trova tuttora ristretto.

I Carabinieri della Stazione di Apricena hanno arrestato in flagranza di reato NARDELLA NAZARIO, classe 69 che, sottoposto agli arresti domiciliari, veniva sorpreso dai Carabinieri aggirarsi tranquillamente in orario serale per le vie di quel centro. Alla vista dei militari lo stesso tentava di dileguarsi ma veniva raggiunto e bloccato. Nella circostanza lo stesso aveva anche una breve colluttazione con i militari che, dopo averlo immobilizzato, lo dichiaravano in stato di arresto per il reato di evasione e resistenza a Pubblico Ufficiale. Per l’uomo, dopo l’udienza di convalida, veniva disposta l’applicazione della misura cautelare in carcere.

Sempre ad Apricena veniva eseguito un provvedimento di revoca degli arresti domiciliari con conseguente custodia cautelare in carcere nei confronti di PRUDELE MARCO, classe ’77. Nei confronti dell’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari presso la comunità terapeutica SAMAN, a seguito delle reiterate segnalazioni di violazioni delle prescrizioni impostegli, veniva emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Lo stesso, dopo l’arresto, veniva accompagnato presso la casa circondariale di Foggia.

 

Altri articoli

Back to top button