Comunicati

RIENTRO TRAUMATICO NELLA…TERRA DI NESSUNO

Riceviamo e pubblichiamo

“Dopo aver trascorso alcune settimane di riposo in una ridente cittadina balneare, avevo timore di rientrare a San Severo, infatti il rientro e’ stato a dir poco traumatico.
Si perche’, dopo un lungo bagno estivo di civilta’, avevo cancellato dalla mente il modus vivendi e in particolare comportamentale di tantissimi abitanti di San Severo.
C’e’ voluto del tempo per riambientarsi.

Ho dovuto ricreare gli anticorpi nei confronti di coloro i quali scorrazzano in centro con i motorini ad elevata velocita’ incuranti delle persone e soprattutto dei bambini presenti, biciclette e motorini che vengono fatti camminare su una ruota impennandoli, auto guidate da balordi a folle velocità per le vie del centro, per non parlare di altre che a bassa velocità, sempre per il centro, girano con l’autoradio a tutto volume e cosa possiamo dire di intere famiglie in auto a passeggio per la città con neonati in braccio al guidatore?

Ma dove viviamo? si vive in una città dove nonostante ci sia una delibera comunale che chiude al traffico serale via Tiberio Solis, nessuno riesce a farla rispettare.MA I VIGILI DOVE SONO? Detta strada anzichè essere via di passeggio, chiusa al traffico come accade in tutte le altre città civili, presenta un elevatissimo tasso di inquinamento,l’aria è irrespirabile, inquinata da gas di scarico di auto e moto;inoltre dopo un determinato orario diventa terra di nessuno dove chiunque può fare quello che gli pare.

Ma i nostri amministratori vivono nella nostra stessa città o da qualche altra parte? quando camminano per strada hanno fette di prosciutto sugli occhi? sono a conoscenza che il traffico serale per il centro è costituito prevalentemente da persone che fanno il solito giro in macchina percorrendo sempre le stesse strade? (viale della villa, via tiberio solis. viale della stazione, via don minzoni. via teresa masselli e riprendi con con il viale della villa)

Sono costretto, per fare una passeggiata e rilassarmi, a emigrare, con la famiglia. nella vicina Torremaggiore dove ogni serà il corso è chiuso al traffico”

Grazie

Aldo De Matteis

Altri articoli

Back to top button