Comunicati

Ripercorrendo gli anni dell’episcopato di Mons. Renna: la lotta al femminicidio

Come ormai di consueto, continua l’excursus narrante gli anni dell’episcopato di mons. Lucio Angelo Renna. Decennio in cui la Diocesi di San Severo ha visto il proprio Vescovo prendere a cuore e battersi per svariate cause, una di queste è la lotta al femminicidio.

Contro il vile ed orrido reato di femminicidio, Sua Eccellenza Renna si è sempre battuto con ogni forza non solo per contrastarlo, ma anche per educare tutta la popolazione affinchè esso possa essere meglio identificato e soprattutto denunciato.

Durante l’episcopato Renna, diversi sono stati i casi di cronaca nazionale ed internazionale che hanno coinvolto vittime appartenenti al gentil sesso. Più volte il Pastore sanseverese ha affrontato e condannato il tutto, anche nelle sue omelie, spaziando anche su quelli che sono i vari maltrattamenti che le donne subiscono quotidianamente, anche in culti differenti dal cristianesimo.

Mons. Renna ha pubblicamente condannato il femminicidio duramente il Venerdì Santo del 2011, quando nel tradizionale “incontro” invitò tutti i fedeli a pregare per la giovanissima Yara Gambirasio, assassinata pochi mesi prima.

Il 2014 è stato un anno in cui il Vescovo si è dedicato intensamente a questo tema, tant’è che con la collaborazione col  Comune di San Severo, ha organizzato e tenuto il convegno intitolato “Femminicidio e violenza sulle donne – una grave piaga sociale”, il tutto nella cornice del maestoso teatro comunale “Verdi” di San Severo. Alla manifestazione gli interventi furono quelli di S.E. Renna, della dott.ssa Luciana Silvestris (Sostituto Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Bari), dell’avv. Gianluca Ursitti (Presidente della Camera Penale di Foggia) e del dott. FeliceCarabellese (criminologo e docente all’ Università di Bari). All’evento partecipò anche Michele Rea con la sua toccante testimonianza dopo la morte di sua sorella Melania, vittima di femminicidio.

L’argomento del femminicidio, a cui mons. Renna ha sempre mostrato molta sensibilità, dal Presule ritenuto una vera emergenza sociale, viene riaffrontato nell’ottobre del 2016, nell’ambito dell’iniziativa promossa dall’emittente radiofonica “RTL 102.5”, con il patrocinio della Camera dei Deputati per la campagna sociale contro la violenza sulle donne denominata “È ora di chiedere scusa”. Per tale iniziativa viene organizzata una conferenza dal nome “Il femminicidio, una nuova emergenza sociale: le cause culturali e psico-spirituali del crimine, la prevenzione e il compito del legislatore” presso la sala “Fanelli” del convento dei padri Cappuccini di San Severo, dove alla presenza dei familiari di Melania Rea, sono intervenuti appunto Mons. Lucio Angelo Renna, l’onorevole Renata Polverini (commissione lavoro della Camera dei Deputati) ed il dott. Stefano Cetica (presidente nazionale Enas).

Nell’era moderna, quella del femminicidio è una brutta e deplorevole piaga, alla quale Mons. Renna continua a dar battaglia imperterrito, lo testimoniano le sue parole a riguardo: “Di questo fenomeno, che è diventato endemico, non si parla mai abbastanza”.

Angelo Petrucci

 

Altri articoli

Back to top button