ComunicatiIn evidenza

San Severo: abbattimento barriere architettoniche. Marracino “basta retorica solidaristica, si passi ad azioni concrete”

E’ giunta alla redazione della nostra “Gazzetta” una lettera aperta all’Amministrazione Comunale di Giusy Marracino, al centro di alcune polemiche in seguito a uno spiacevole episodio accaduto al MAT (Museo Alto Tavoliere). Lo scorso sabato 4 dicembre avrebbe dovuto relazionare sul tema “Testimonianza disabilità e violenza”. La lettera è indirizzata all’attenzione di Francesco Miglio Sindaco di San Severo, Salvatore Margiotta Vice-Sindaco, Simona Venditti Assessore Politiche Sociali, Luigi Montorio Assessore Lavori Pubblici, Ciro Cataneo Presidente Consiglio Comunale, Enrico Pennacchio Presidente IV Commissione.

Di seguito il testo integrale:

“Io, Giusy Marracino, cittadina di San Severo, considerata la elevata frequenza con cui hanno luogo episodi e situazioni penalizzanti e umilianti a danno di persone portatrici di disabilità, che ne impediscono un’accettabile e attiva partecipazione alla vita sociale della città, facendomi interprete delle legittime aspettative di tante famiglie in varia misura afflitte da tale condizione, chiedo alle Istituzioni cittadine e alle forze politiche, in esse rappresentate, l’adozione di urgenti, improrogabili e concrete misure finalizzate a garantire, per le persone disabili, la piena accessibilità presso le strutture pubbliche e una più sicura mobilità, e la promozione di iniziative idonee ad una loro maggiore inclusione sociale e lavorativa.
In particolare mi permetto di sollecitare :

1. La convocazione di un Consiglio comunale monotematico sul tema della disabilità nella nostra città e l’auspicabile approvazione di un Ordine del Giorno, possibilmente largamente condiviso, che impegni la Giunta alla realizzazione di un dettagliato piano di interventi infrastrutturali, organizzativi e sociali per il settore.
2. L’istituzione dell”Accessibility manager” o del “Disability manager” e il varo di un Comitato o di una Consulta per la disabilità, che potrebbero rappresentare, in seno all’Amministrazione, un sicuro punto di riferimento alle tante famiglie che vivono tali situazioni di disagio e realizzare un concreto raccordo operativo tra le stesse e le Istituzioni, attraverso un’opera di costante censimento e monitoraggio delle criticità esistenti e di elaborazione di proposte per il loro superamento, di informazione in merito agli strumenti normativi e finanziari disponibili per il settore e di consulenza e collaborazione per la predisposizione di progetti finalizzati alla realizzazione degli obiettivi previsti dalla Legge 112/2016 (c.d. “Dopo di noi”)
3. Il passaggio, in definitiva, da anni di diffusa e abusata retorica solidaristica ad una fase di concreta attuazione di urgenti e mirate soluzioni dei problemi in tema di piena accessibilità e di maggiore inclusione sociale.
Nella sincera speranza di non rimanere inascoltata e confidando nella sensibilità delle Istituzioni e in una loro disponibilità a mitigare il disagio e le sofferenze di tanti concittadini che con le loro famiglie quotidianamente li patiscono, spesso senza voce e senza ascolto, resto in attesa di un loro cortese riscontro.”

Giusy Marracino
Responsabile per la Disabilità

Altri articoli

Back to top button