ComunicatiIn evidenza

San Severo: addio al maestro Giovanni

Con GIOVANNI se ne va uno degli ultimi esempi di insegnanti amati da allievi e colleghi

Il 27 gennaio del 2022 ci ha lasciato il Maestro GIOVANNI DI FINO.

Nato a San Severo nel 1937, GIOVANNI ha attraversato il complicato e drammatico passaggio dalla guerra, al dopoguerra e gli anni della ricostruzione e del cosiddetto boom economico. Giovanissimo, ha insegnato dapprima nei corsi di dattilografia – negli anni ’50 – e successivamente è entrato in ruolo come insegnante di scuola elementare nel 1962. Quando era nel plesso scolastico “A. Pazienza” gli chiesi come aveva affrontato le sue prime esperienze nella scuola. Mi rispose così: …<<la scuola funzionava perché i bambini erano contenti, e questa per me era la cosa essenziale». Diceva che il centro dell’educazione non era il maestro ma l’educando. Osservatore attento dei suoi alunni, costruiva dei percorsi didattici cercando di tenere in conto soggettività e bisogni di ognuno. La sperimentazione, lo sforzo di non limitarsi a ‘riprodurre’ pratiche, formule acquisite, modelli, ma di guardare all’insegnamento sempre da angolazioni diverse, furono gli strumenti fondamentali nella didattica di GIOVANNI. Si avvaleva spesso della sua abilità nel suonare la chitarra. Creava percorsi di formazione musicale, all’interno dei quali, i bambini, potevano maturare potenzialità espressive come quelle linguistico-musicali e tecnico-strumentali. I suoi nipoti lo ricordano quando accompagnandosi con la chitarra intonava per loro brani musicali come “ll caffè della Peppina” e “Il valzer del moscerino”. GIOVANNI ha fatto parte del gruppo folcloristico “I Terrazzani” dove ha potuto esprimere la sua propensione per i canti dialettali tra i quali cantava e suonava una canzone a ritmo di tango e che iniziava così: …<<Finalmèndë ‘mbà Mattéjë / c’è nzurètë e ccë n’apréjë …(musica e parole di MINELLI-LITTERA). GIOVANNI amava il dialetto sanseverese, passione condivisa con l’amico CIRO PISTILLO, massimo cultore del dialetto che ci ha lasciato quattro anni fa. GIOVANNI e CIRO hanno fatto parte di quel folto gruppo di Maestri che hanno fatto epoca a San Severo e che nel corso degli anni sono andati in estinzione. Oggi l’Italia è uno dei Paesi europei con la maggiore presenza femminile tra i docenti e, a quanto pare, non si tratta semplicemente di una curiosità statistica. Ma questo squilibrio di genere a scuola avrebbe le sue controindicazioni. Con GIOVANNI se ne va uno degli ultimi esempi di insegnanti amati da allievi e colleghi, sempre sorridente, affabile, pieno di vita come lo fu quando nel 1994 salutando tutti i colleghi della scuola “A. Pazienza” si preparava alla pensione. Lo vogliamo ricordare così come quando a Natale accompagnava al canto corale tutte le scolaresche del plesso di via Lucera. Una caro e affettuoso saluto alla moglie, la Maestra FILOMENA MINELLI, e ai figli MARIA, VITO e DANTE.

Altri articoli

Back to top button