ComunicatiPrima pagina

SAN SEVERO: ANNA MARIA “ristoratrice” SCRIVE AL PRESIDENTE CONTE

✍️✍️LETTERA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO GIUSEPPE CONTE✍️✍️

“Caro Signor Presidente sono una P.IVA di San Severo (FG) DI PUMPO ANNA MARIA ristoratrice

Proverò a spiegarvi quella rabbia che tutte le P.IVE hanno…
Signor Presidente ma lei sa noi P.IVE con quanti sacrifici abbiamo aperto le nostre attività??
Lei sa quante volte ci siamo provati di beni primari per mettere da parte i fondi necessari per realizzare un sogno?
Lei sa con quanta paura di non farcela?

Beh Signor Presidente sono lieta di raccontarvi la mia STORIA, anche se so bene che niente potrà cambiare…

Sono una donna con una grande forza nell’animo.
Nella mia vita ho sempre sognato di poter aprire una ristorazione, era un sogno che avevo nel cassetto dall’età dell’adolescenza…
La vita non sempre va come immaginiamo.
Ho dovuto superare ostacoli e vincoli bui per poterlo realizzare, nonostante le difficoltà della vita, nonostante la paura di non farcela, nonostante il grande passo, nonostante i tutto nonostanti non mi sono MAI ARRESA.
FINALMENTE IL GIORNO 27 OTTOBRE 2019 ho realizzato quel grande SOGNO.
Ero incredula di tutto ciò.
Ero orgogliosa poter vedere la gioia negli occhi dei miei figli.
Ero orgogliosa poter aprire quelle porte e strappare un sorriso e una confidenza ai miei amatissimi clienti.
Era tutto PERFETTO, darei la vita per il mio amatissimo lavoro, fino a quando incominciò il vero incubo..
Signor presidente dal 9 MARZO 2020 le nostre serrande sono chiuse, abbiamo accettato in silenzio per il bene di tutti noi.
LA SALUTE PRIMA DI TUTTO.
Signor Presidente fin’oggi non sapevate nemmeno chi fossi e forse nemmeno lo saprà, ma è giusto che oggi io parla a nome mio e di tute le P.IVE…
Signor Presidente come mai un aiuto vero e non quei miseri 600€ che io tra l’altro nemmeno ho percepito non c’è MAI STATO?????
VISTO CHE LEI DISSE TRANQUILLI NON VI LASCEREMO SOLI…
Da quasi 2 mesi siamo chiusi e nonostante tutto fino ad oggi non abbiamo preteso niente.

Avevate dichiarato che finalmente il 18 MAGGIO 2020 ci sarebbero state le aperture.
Io ero al settimo anzi all’ottavo cielo non vedevo l’ora.
Il mio locale dispone di 140 coperti attenendomi alle norme mi permetteva di fare ben soli 30 coperti ma è giusto che sia così sempre per il bene di tutti NOI..
Certo a malincuore dovrò diminuire il personale e cavarmela da SOLA…

Ma alla fine l’incubo continua, ieri in conferenza stampa avete dichiarato il nuovo decreto , aperture “FORSE” IL 1 GIUGNO 2020…

Carissimo Presidente ma lei sa quante spese ci possono essere dietro un’attività??
BHE SECONDO ME NO!!
Altrimenti avreste compreso le nostre difficoltà..!
Ma lei sa che gli affitti nonostante le attività chiuse arrivano??
Ma lei sa che nonostante le attività chiuse le bollette arrivano??

CARISSIMO PRESIDENTE NON CREDO LEI POSSA CAPIRE TUTTO CIÒ VISTO IL SUO TRONO..

Non vi stiamo chiedendo di aprire e ritornare alla nostra vita quotidiano come se niente fosse.
Vi stiamo SOLO chiedendo DI FARCI ILLUMINARE DI NUOVO LE NOSTRE ATTIVITÀ..!
Sempre attenendosi alle NORME..

Signor presidente se siamo chiusi e non ci sono entrate ci dica lei come faremo ad andare avanti??
Molti diranno con i risparmi..
Certo che SI!
Ma i risparmi prima o poi finiranno e noi come faremo a riaprire di nuovo quelle amatissime serrande..
Non vi riesco a spiegare se è delusione o rabbia.
Signor Presidente lei sa quanti sacrifici ci sono dietro queste attività !?

Quanti giorni non riuscivo ad dare un bacio al mio piccolo per via del lavoro…!

Quante volte non ho potuto passeggiare con i miei figli per via del lavoro…!

Quante feste non ho potuto festeggiare con loro per via del lavoro…!

Quanti pranzi domenicali non ho fatto con loro per via del lavoro…!

Sono contenta di averlo fatto signor presidente perché pensavo di averlo fatto per il LORO FUTURO..
Per quei risparmi che potevo dare loro, invece con il cuore a pezzi i risparmi Sono e serviranno ad altro.
Signor presidente con il cuore in gola non si sa se tutte quelle attività ritorneranno ad aprire e regalare felicità..
E noi????
Con tutti quei sacrifici fatti per i nostri sogni, per i nostri figli dovremmo mandare tutto a rotoli,
PER COLPA DI CHI ci governa e ci sta distruggendo.!

Signor PRESIDENTE concludo questo scritto a nome di tutte le P.IVE chiedendovi un REALE AIUTO..!
OPPURE SE NON POSSIAMO APRIRE NOI PER VIA DELL’EMERGENZA CHIUDETE TUTTO COME HANNO FATTO IN ALTRE NAZIONI..!!!

SA COSA LE DICO CARISSIMO PRESIDENTE CONTE, CHE LEI CI STA PRENDENDO IN GIRO E NOI SIAMO CADUTI NELLA SUA TRAPPOLA…!!!”

CORDIALI SALUTI…

•RISTORANTI
•BAR
•PIZZERIE
•CENTRI ESTETICI
•PARRUCCHIERI
COLLEGHI È ARRIVATA L’ORA DI FARCI SENTIRE TIRIAMO FUORI LA VOCE E’ UN DOVERE CHE CI SPETTA…
L’UNIONE FA LA FORZA..

FIRMATO:

SCIÒ SCIÒ CIUET 💜
SAN SEVERO (FG)

Altri articoli

Back to top button