Comunicati

San Severo, “Città Mariana”, con le sue tradizioni e suoi riti, è pronta ai solenni festeggiamenti in onore della Beata Vergine Maria del Soccorso, patrona della città e della diocesi.

Questo il messaggio inviato ai fedeli, da S.E. Mons.Giovanni Checchinato, vescovo della diocesi di San Severo:

<<Carissimi fratelli e sorelle,

all’inizio di questo mese di maggio, che la tradizione vuole dedicato a Maria Madre del Signore, siamo chiamati a riscoprire e rivivere la nostra devozione a Lei facendoci accompagnare dalle parole dell’apostolo Paolo alla comunità dei Galati: “Quando venne la pienezza del tempo Dio mandò suo Figlio nato da donna”(Gal 4,4).

La pienezza di quel tempo di cui ci parla l’apostolo, è l’oggi della nostra storia quotidiana che ci è data come dono, è il tempo presente con cui Dio viene a visitarci nella pace e nella concordia. Questa pienezza è stata resa possibile perché Maria ha collaborato docilmente al progetto divino, un progetto d’amore pieno e totale per l’umanità. Anche oggi, Dio, ci invita attraverso Maria a fare spazio a Lui che viene a visitarci per donarci la sua pace, il suo amore.

Noi ci apprestiamo a vivere i solenni festeggiamenti in onore di Maria da noi invocata con il titolo di Madre del Soccorso. Lei ci ricorda, che il soccorso che noi possiamo portare come Lei agli uomini del nostro tempo è la cura e l’attenzione per la storia concreta di fratelli e sorelle che incontriamo sul nostro cammino>>.

 Le conclusioni di Mons. Checchinato:

<<Maria, ci sprona a guardare verso i nostri fratelli, ci invita a recuperare il valore dell’umanità, la stessa che Dio ha voluto condividere con noi attraverso il Suo Figlio fatto uomo per la nostra salvezza e che Maria ci mostra come modello dell’umanità nuova, l’umanità che ha scelto nella solidarietà, nell’attenzione e nel soccorso dei fratelli più bisognosi la strada maestra per costruire un’umanità pacificata nell’amore. La maternità di Maria ci propone l’universalità dell’accoglienza, quella concreta che si realizza nel riconoscere Gesù nel volto del fratello e che ognuno di noi può realizzare nella propria vita. Lasciamoci guidare da Lei Madre nostra, perché accompagnati docilmente a dire il nostro sì a Dio che ci chiama, possiamo fare della nostra vita ‘un cantiere’ di pace e di soccorso, quella vera che si realizza attraverso l’incontro con l’uomo>>.

 

 

San Severo lì, 18 maggio 2018

san Giovanni I papa

 

 

 

 

 

Direttore Ufficio Comunicazioni Sociali/Addetto Stampa della Diocesi

dott.Beniamino PASCALE

 

Altri articoli

Back to top button