ComunicatiPrima pagina

SAN SEVERO COM’ERA E LA FOTOGRAFIA POPOLARE, RITRATTO DI UNA CITTÀ

Grazie ai social network e alla possibilità di incontrarsi on line, di fare gruppo e condividere contenuti, prende corpo quella che si può definire la “Fotografia popolare sanseverese”, caratterizzata da un ricco repertorio soprattutto d’epoca, salvato dal dimenticatoio delle soffitte e dei vecchi cassetti delle nostre famiglie, digitalizzato e proposto sul web a costituire un vero e proprio mosaico di storia dal basso: ritratto senza tempo della città. Parliamo nello specifico del gruppo Fb, San Severo com’era, creato e coordinato dal fotoamatore e collezionista Antonello Polvere e composto da fotografi, collezionisti, amatori e appassionati, tutti impegnati nell’arricchire e divulgare il patrimonio delle antiche pellicole: fotografie che l’azione del tempo rende degli autentici ritratti, carichi di profondità, fascino, poesia.
Se ne ricava quindi una concreta azione artistica, che diviene identitaria e rivelatoria di una bellezza profonda, capace di risvegliare e far rivivere agli spettatori affascinati antichi paesaggi, scorci, personaggi e situazioni d’un tempo.
Un grande racconto per immagini che salva insieme ai soggetti fotografici la possibilità di ricordare e di ritrovarsi figli della stessa terra, di una storia comune.
Soggetti preferiti, il paesaggio che, mutevole, regala quadri e scorci sempre diversi, situazioni di vita quotidiana e familiare e le abitazioni antiche, destinate a diventare nuove costruzioni o “palazzoni” – a salvarne l’aspetto e insieme la storia, dando forza visiva e materiale ai ricordi, che sbiadirebbero fino alla dimenticanza.
Un’attività quella del gruppo San Severo com’era che si apre pure alla collezione, specialmente di cartoline del passato, rigorosamente originali. Nella loro grafica, nel tipo di carta, negli odori, anche in un disegno o in una scritta, si può ritrovare un’epoca e un intero mondo: il passato rinasce e riprende vita, come per una maddalenina.
La condivisione tipica del gruppo ha dato impulso alla divulgazione del repertorio, proiettato al Cinema Cicolella, nelle scuole, nel Chiostro Palazzo Celestini e in altre occasioni pubbliche – grazie anche all’interazione con spettacoli di canzoni dialettali. Da sottolineare la partecipazione ad una mostra presso il Teatro Verdi di San Severo.
L’attività del gruppo ha finito con l’arricchire anche i rapporti personali e sostenere nuove amicizie, e ha permesso a tante persone di avvicinarsi alla fotografia e al collezionismo; fino ad affacciarsi alla storia locale e popolare.
Per visitare il gruppo Facebook San Severo com’era e apprezzare la collezione fotografica è possibile visitare la pagina social
https://www.facebook.com/groups/380945941952696
Nazario Tartaglione

Altri articoli

Back to top button