ComunicatiIn evidenza

SAN SEVERO, IL GRAVISSIMO PROBLEMA DEI FARMACI SCADUTI

L’Editoriale di DESIO CRISTALLI

E’ emerso in città da alcune settimane un grave problema legato ai farmaci scaduti. La gente protesta a gran voce perché non sa più come fare per smaltirli. Il Comune ha comunicato tempo fa che bisogna portare i farmaci scaduti in Via Tardio per affidarli all’azienda che cura l’igiene urbana. E’ venuta meno, dunque, l’altra tradizionale possibilità di conferirli negli appositi contenitori a disposizione del pubblico nelle farmacie, che evidentemente hanno preso questa posizione perché non c’è più chi va poi a prelevarli per lo smaltimento. La Redazione della nostra GAZZETTA ha cercato – INUTILMENTE! – di capire come stanno le cose e come si può risolvere il gravissimo problema, considerato che la gente non può fare chilometri per conferire qualche farmaco scaduto, considerato pure che buona parte della popolazione è composta da persone anziane o disabili che non hanno l’auto e che comunque non possono tenersi a lungo buste di medicinali scaduti in casa (dove possono esserci bambini ed animali domestici vaganti…). Non avendo potuto capire a fondo come stanno le cose al momento, non vogliamo addossare colpe specifiche ad una delle parti in causa, cioè l’Amministrazione Comunale (che dovrebbe aver previsto l’erogazione del servizio con l’affidamento dell’appalto di igiene urbana in vigore), l’azienda appaltatrice del servizio e le farmacie (che non possono accollarsi la marea di farmaci scaduti che poi nessuno andrà a ritirare!). Sta di fatto che IL GRAVE PROBLEMA ESISTE E VA RISOLTO IL PIU’ PRESTO POSSIBILE. Chi di dovere affronti IMMEDIATAMENTE la questione e comunichi la soluzione alla gente che paga la tassa sui rifiuti urbani ed ha il diritto di essere servita anche per i farmaci scaduti. Se poi la soluzione non arriverà di volata, sia il Comune che l’azienda che gestisce la raccolta differenziata dei rifiuti non si lamentino se – come è quasi naturale che accada… — la popolazione getti i medicinali scaduti nell’immondizia di casa o, peggio ancora, abbandoni in strada valanghe di buste piene di medicine, cioè di pericolosi RIFIUTI SPECIALI. La GAZZETTA ancora una volta ha fatto il suo dovere, scovando questo nostro gravissimo problema e invitando CHI PUÒ E DEVE a risolverlo velocemente. Non sarebbe poi male che la GIUNTA e il CONSIGLIO COMUNALE prestassero immediatamente attenzione a questa assoluta necessità della comunità amministrata. ASPETTIAMO NOTIZIE!!!!!

Altri articoli

Back to top button