CulturaPrima pagina

San Severo – La storia, l’arte e il turismo consapevole per riscoprire la città e la Madre Terra

I tempi che ci aspettano indirizzano verso un rinnovato rapporto con l’ambiente e la natura, per riscoprire il necessario rispetto per il pianeta che ci ospita, al fine di meglio conviverci e integrarci con i suoi equilibri e le sue leggi.
Fino ad oggi il sistema economico, finanziario ed industriale ha sempre dettato norme e priorità, in un’ottica di sfruttamento delle risorse che ha finito per violare l’equilibrio e la salute del pianeta e delle popolazioni. Necessario un cambio di rotta, che la pandemia da Covid ’19 ci indica con forza brutale.
Insieme ad una cultura ecologica e di rispetto del pianeta quindi, realizzata nei diversi settori della società: economico, industriale, agricolo, politico, ecc… le attività artistiche e culturali possono aiutare in questa importante sfida che ci attende.
Partiamo dal considerare ad esempio il rapporto tra arte e natura. Ancestrale, riporta alla cultura classica, ai miti, ad una rappresentazione della natura quale esempio di perfezione, in particolare attraverso il corpo umano, fino a giungere al paesaggio, antico e moderno insieme, e al valore simbolico, terreno e ultraterreno, che il teatro naturale costituisce.
Pura e incontaminata, ideale di bellezza e verità, Madre Natura è fonte di stupore e insieme di un senso di quiete, di pacificazione, contraltare all’inquietudine che viviamo conseguente proprio alla violazione delle sue leggi.
Riscoprire il valore della natura attraverso la sensibilizzazione alla bellezza insita nell’azione artistica può quindi essere una strada molto efficace, una risposata mite e civile ad un problema sociale e di coscienza. Sostenere gli artisti locali con corsi, convegni, pubblicazioni, rappresentazioni, ecc… sarà quindi un’opportunità per ogni territorio, pure agevolandone l’interazione con le scuole.
Insieme all’azione delle arti, senz’altro la diffusione della microstoria potrà essere un altro passo decisivo. Infatti acquisire consapevolezza del valore sociale, religioso, architettonico, economico, artistico… della propria cittadina o provincia nelle diverse epoche servirà a motivarne rispetto e tutela, a spingere alla sua cura, sensibilizzando dal basso.
L’introduzione di corsi di storia locale nelle scuole o comunque offerti al pubblico attraverso associazioni, ove possibile in interazione con la pubblica amministrazione, costituirebbe senz’altro un’azione centrata ed efficace.
A chiudere questa triade culturale il turismo consapevole e la funzione delle guide turistiche. Un’attività che permette di conoscere in modo diretto e piacevole le qualità della propria terra, godendo dell’attività della guida turistica e delle figure a lei legate, capace di svelare anche ai meno attenti i pregi e le virtù inattese della propria cittadina, suscitando amore per la storia, l’architettura, la spiritualità, le tradizioni, le arti, l’artigianato… e infine per l’identità locale. Attivare e sostenere allora offerte turistiche guidate di valorizzazione e scoperta del territorio potrà costituire un’azione utile ed attesa, contribuendo come comunità alla riscoperta del valore dell’ambiente in cui viviamo, della natura e dell’intero pianeta.
E’ proprio nei momenti più difficili che c’è bisogno di rilanciare le proprie risorse ed attivare risposte radicali, facendo leva sulla parte costruttiva della propria terra. Artisti, storici, guide turistiche, operatori culturali, associazioni, imprenditori e appassionati della città, insieme per ridisegnare il volto di una San Severo che ha sempre più bisogno di nuove risposte, verità, valori e speranza.
Nazario Tartaglione

Altri articoli

Back to top button