Comunicati

SAN SEVERO: DIMISSIONI DELL’ASSESSORE d’AMICO

SAN SEVERO: DIMISSIONI DELL’ASSESSORE ALL’AMBIENTE d’AMICO = IL COMMENTO DELLA GAZZETTA =

La nostra Redazione è venuta in possesso di una dura lettera di dimissioni inviata dall’Assessore all’Ambiente, MASSIMO d’AMICO, al Sindaco GIANFRANCO SAVINO. Nella missiva l’Assessore uscito dalla Giunta…sbattendo la porta parla esplicitamente di un sistema di gestione dove vengono favoriti “gli amici degli amici”. L’ing. d’AMICO denuncia ad alta voce una situazione amministrativa

di “completa anarchia” e ricostruisce in questi termini la sua personale esperienza: “da quando ho la delega mi sono visto consiglieri che dirigevano e gestivano la situazione, mi sono visto colleghi assessori che disponevano ed incaricavano soggetti terzi a fare i lavori, mi sono visto ordini verbali da lei dati la sera e da me trasmessi ed al mattino cambiati e scavalcati”. L’Assessore poi continua confessando tutto il suo disagio: “quando ci si trova con dei disperati sotto casa che fino a ieri riuscivano a garantirsi onestamente uno stipendio sotto la soglia della povertà e noi amministratori che, per decoro delle funzioni del venerdì santo, incarichiamo il primo venuto lasciandoli a bocca aperta ed anche asciutta, mi perdoni Signor Sindaco, ma io a questo gioco al massacro senza scrupoli in nome di una maggioranza che non ha coscienza della realtà cittadina non mi ci ritrovo”. In questo documento, che la nostra GAZZETTA pubblica in anteprima, vi sono molti altri passaggi piuttosto inquietanti. Ad esempio quando si allude ad una non meglio precisata “goccia che ha fatto traboccare il vaso”… Ma soprattutto quando senza mezzi termini l’Assessore accusa tutta l’Amministrazione SAVINO di pensare agli “amici degli amici”. Testualmente l’Assessore d’amico afferma: “con una disoccupazione come non mai , noi pensiamo agli amici degli amici ..”. La lettera di dimissioni è una testimonianza quasi senza precedenti che offre uno spaccato preoccupante della nostra Amministrazione Comunale. Anche perché l’Assessore d’AMICO, indicato com’è noto dal Consigliere-Capogruppo FERNANDO CAPOSIENA, è alla guida di uno degli Assessorati più importanti, ovvero quello all’Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile. Si tratta tra l’altro dell’Assessorato competente per la questione della Centrale elettrica a turbogas la cui gestione da parte di quest’Amministrazione continua a destare parecchi dubbi nell’opinione pubblica. E gli interrogativi che assalgono i Cittadini, dopo le dimissioni dell’Assessore d’AMICO, non possono che diventare ancora più allarmanti. Un’ultima considerazione: non si ha memoria di un’Amministrazione Comunale che sia stata così clamorosamente ‘bocciata’ da parte di un componente così autorevole della sua stessa maggioranza. Ovviamente la pubblicazione della lettera di dimissioni dell’ex Assessore all’Ambiente d’AMICO susciterà in Città un mare di polemiche che, inevitabilmente, finiranno per gettare ulteriore benzina su un clima politico già rovente.

 

 

LA REDAZIONE

Altri articoli

Back to top button