ComunicatiPrima pagina

SAN SEVERO, LEGA E FDI: “meno abitanti, meno indennità agli amministratori comunali”

Il segretario cittadino della Lega Gianluca Orlando e Antonella Zuppa componente dell’Assemblea Nazionale di Fratelli d’Italia segnalano alla stampa una situazione anomala da verificare, secondo cui gli amministratori comunali avrebbero percepito per alcuni mesi una indennità maggiore a quella prevista dalla legge. Dopo la segnalazione protocollata da un Consigliere Comunale di minoranza e destinata agli organi di controllo Lega e Fratelli d’Italia, rincarano la dose e chiedono “se fosse vero” quanto denunciato, di utilizzare le somme erroneamente stanziate in bilancio, per sostenere le attività che maggiormente hanno patito le restrizioni anti-Covid.
MENO ABITANTI, MENO INDENNITA’. E INVECE…  – scrivono Orlando e Zuppa – «Secondo i dati Istat – si legge nella segnalazione indirizzata a Palazzo Celestini, ma anche a Corte dei Conti e Prefettura –, San Severo alla data del 31 dicembre 2019 è scesa al di sotto dei 50mila abitanti, contando 49.496 residenti». Un decremento, quello del 2019, che quindi dal gennaio 2021 avrebbe meritato una riduzione tabellare delle indennità a sindaco, assessori, ma anche consiglieri comunali. Adeguamento, che non è stato effettuato, quindi il Comune eroga mensilmente emolumenti superiori in base alla vecchia categoria demografica.
La magistratura contabile, sul tema, opta per “rapportare le indennità di funzione ad una popolazione, intesa in senso dinamico e non ad un dato limitato e statico”, fissando il termine “dinamico” al dato demografico del penultimo anno e cioè 2019.
SOSTEGNO ALLE ATTIVITÀ CHIUSE PER COVID | Gianluca Orlando -Segretario Cittadino della Lega- e Antonella Zuppa-componente dell’Assemblea Nazionale di Fratelli d’Italia-, hanno le idee molto chiare sul da farsi e su come possano essere utilizzate queste risorse. «Innanzitutto si adeguino le tabelle per i mesi successivi, per non continuare a sbagliare». Poi serve che quelle somme già erogate vengano restituite e rientrino nelle casse comunali in maniera chiara e trasparente, magari con un fine specifico, attuale ed utile. «Si crei un vero e proprio capitolo di bilancio comunale, che serva a sostenere le categorie che hanno dovuto chiudere l’attività nei mesi del lockdown come ristoranti, pizzerie, bar, parrucchieri, centri estetici e palestre. Invochiamo serietà dalla maggioranza Miglio e non vorremmo che quei soldi, vengano utilizzati erroneamente e una volta usciti dalla porta rientrino dalla finestra attraverso maggiori rimborsi spese, o attraverso l’affidamento di incarichi, consulenze e lavori sottosoglia. I cittadini che hanno deciso di rimanere a San Severo, in un momento così difficile, hanno bisogno di un forte segnale di trasparenza e supporto per la ripartenza dell’economia reale in città».

Altri articoli

Back to top button