CronacaIn evidenza

San Severo: litiga con il cognato e lo accoltella. Arrestato dai Carabinieri 39enne

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Severo hanno arrestato, con l’accusa di tentato omicidio, il sanseverese BUCCELLI Francesco, classe ’76.

Il grave episodio è accaduto nella notte del 21 luglio scorso, intorno all’una, quando il Buccelli si presentava in via Checchia Rispoli, sotto l’abitazione del cognato con il quale già da tempo i rapporti erano incrinati, pretendendo di parlare con lui.

La vittima scendeva quindi in strada, dove i due iniziavano un’animata e violenta discussione, con reciproci insulti ed accuse per fatti risalenti nel tempo. Il litigio culminava in una colluttazione, durante la quale il BUCCELLI estraeva dai pantaloni un coltello da cucina, con lama di oltre 10 cm, con il quale colpiva violentemente al fianco il parente, che si accasciava a terra sanguinante, per poi allontanarsi repentinamente dal luogo del delitto.

Quanto avvenuto veniva visto da alcuni residenti, uno dei quali prestava il primo soccorso alla vittima accompagnandola in ospedale. I Carabinieri, allertati da una chiamata al numero di emergenza 112, raggiungevano il luogo dell’evento, dove raccoglievano le prime informazioni utili per ricostruire quanto avvenuto.

Contestualmente altri militari si recavano presso il pronto soccorso di San Severo per accertare le condizioni di salute del ferito il quale, versando in gravi condizioni, veniva trasportato d’urgenza, per essere sottoposto ad intervento, presso il reparto di chirurgia toracica dell’ospedale di San Giovanni Rotondo, ove è tuttora ricoverato in prognosi riservata ma non in pericolo di vita.

Al pronto soccorso di San Severo i Carabinieri fermavano anche l’aggressore. Lo stesso, in evidente stato di agitazione, presentava alcune ferite al volto ed aveva gli indumenti ancora sporchi di sangue. L’uomo, alla vista dei Carabinieri, tentava di disfarsi del coltello che teneva ancora con sé, ma i militari riuscivano a bloccarlo ed a sequestrare l’arma del delitto.

In ragione di quanto accertato dai Carabinieri e grazie alle numerose testimonianze raccolte, il BUCCELLI veniva dichiarato in stato di arresto per tentato omicidio ed associato alla casa circondariale di Foggia.

Altri articoli

Back to top button