ComunicatiIn evidenza

San Severo: Marino e Spada critici sulla rinnovata “giunta Miglio”, “è successo qualcosa di anti democratico”.

Di Dante Scarlato

Turbolenze a Palazzo Celestini: parlano in conferenza stampa i consiglieri (ex PD) Spada e Marino.

Non si sono risparmiate le critiche alla “rinnovata” giunta Miglio da parte dei consiglieri Spada e Marino, dichiaratisi indipendenti in quota al gruppo misto, in uno dei momenti più difficili che la Città sta attraversando, colpevoli (a detta loro) di essersi ribellati ad un sistema interno alla dirigenza del PD che avrebbe perso i contatti con la realtà.

“Il partito è il mezzo con cui raggiungere le persone, non il fine. Si è preferito mettere da parte merito e competenza per privilegiare l’opportunità politica, ci stupiamo del fatto che il ritiro delle deleghe abbia interessato Stocola e non Carrabba.” – incalza Pierluigi Marino, riferendosi a dinamiche che descrive come vero e proprio mobbing politico e che avrebbero messo da parte l’assessore Valentina Stocola per favorire l’entrata in giunta del neo-assessore Mariella Romano e incoraggiando l’ingresso di eletti nel centro destra con la nomina di Leo Irmici ad assessore al bilancio, dimessosi da consigliere per far spazio a Fabiola Florio, già agguerrita voce di opposizione ora in quota alla maggioranza.
“È accaduto qualcosa di totalmente anti-democratico a livello di segreteria di Partito, non è stata tenuta in considerazione l’opinione dei consiglieri comunali di maggioranza, tantomeno del direttivo, si è scelto di salvaguardare e di far entrare ad ogni costo in consiglio Antonio Bubba, segretario cittadino e di estromettere una persona competente come Valentina Stocola. Sono delusa dall’atteggiamento del Sindaco che ha consentito di espandere a destra questa maggioranza, non una destra qualsiasi ma una destra estrema.” – ha aggiunto poi Alessandra Spada, ora in quota al gruppo misto insieme al collega Marino, che si dichiara disponibile a dare il proprio voto favorevole valutando di volta in volta le proposte che l’amministrazione vorrà mettere in campo.

Altri articoli

Back to top button