Politica

SAN SEVERO – Marino: «Lo scalo ferroviario nodo intermodale per il trasporto su gomma e su rotaia grazie anche all’autostazione»

San Severo deve riappropriarsi del ruolo di riferimento per i trasporti su rotaia e su gomma per l’Alto Tavoliere, i Monti Dauni Settentrionali e il Gargano Nord. Un nodo intermodale in  cui far confluire i flussi da queste aree per trasferirle su

 

Foggia, dove partono e arrivano i convogli a lunga percorrenza per il Nord Italia e Roma, e su Bari, per i collegamenti marittimi e aeroportuali. Per centrare questo obiettivo, occorre realizzare al più presto uno scalo per i bus e intensificare i collegamenti con i capoluoghi provinciale e regionale ma anche con il Molise. Sono questi gli spunti programmatici sul trasporto pubblico individuati da Dino Marino, consigliere regionale e candidato sindaco del centrosinistra a San Severo.
Spiegato anche come accadrà questo sviluppo. “Con il raddoppio dell’ultimo tratto della linea per Termoli – sostiene Marino -, eliminando la strozzatura di Lesina, il flusso ferroviario potrà essere ancora più alimentato riducendo i tempi di percorrenza dei convogli Eurostar e Intercity.  Per rendere questi collegamenti più consoni alle esigenze dei viaggiatori, bisognerà intensificare il numero di corse ferroviarie per Foggia. Tanto già è stato fatto grazie all’impegno delle Ferrovie del Gargano, ma ancora più si può fare approfittando dell’investimento fatto dalla società sul nostro territorio. Se Trenitalia non intende più contribuire allo sviluppo del nostro comprensorio, è giusto che lo faccia un’azienda privata con cui studieremo apposite collaborazioni”.
L’altro tema toccato da Marino è la stazione per pullman da realizzare nell’ex area merci della stazione ferroviaria di San Severo. “Direttamente collegata ai binari – riprende il candidato sindaco Marino –l’autostazione permetterà alle aziende di trasporto su gomma di meglio organizzarsi e, soprattutto, ci permetteranno di liberare piazzale Costituzione, quotidianamente invaso dai bus con disagi continui e pericoli per i pedoni. La stazione per pullman sarà dotata di servizi igienici, punto ristoro , biglietteria e sale d’attesa. Saranno anche eliminati i problemi che accusano coloro che aspettano i mezzi, costretti attualmente a rimanere in piedi e sotto la minaccia degli agenti atmosferici. Nel nuovo scalo confluiranno i mezzi di trasporto provenienti dal Gargano e dagli altri centri della Capitanata collegati a San Severo. Così come potremo dare più spazio e servizi anche alle società di trasporto su gomma che garantiscono collegamenti con ogni angolo d’Italia e con i paesi esteri come Germania ed Est Europa. Insomma, grazie ai treni e ai bus potremo ricavare il necessario sviluppo occupazionale e prospettive occupazionali”.



.

Altri articoli

Back to top button