In evidenza

San Severo – Minaccia di morte colf, arrestato con pistola carica

San Severo – Detenzione illegale di armi e munizioni, ricettazione, minacce aggravate ed atti persecutori, questi i reati per i quali i Carabinieri hanno tratto in arresto SALVATO Luigi, 50enne sanseverese pregiudicato.Una coppia di

 

coniugi, stanca delle minacce e persecuzioni poste in essere da diversi giorni ai loro danni dal SALVATO hanno denunciato il tutto ai Carabinieri.L’arrestato non voleva rassegnarsi alla decisione presa dalla denunciante di non volerlo più aiutare nello svolgimento delle faccende domestiche a causa del carattere ossessivo e violento dell’uomo il quale si alterava con estrema facilità.Comunicato ciò al SALVATO questi aveva iniziato a telefonare insistentemente e ad inviare sms con minacce e insulti finalizzati a indurre la donna a riprendere il rapporto di collaborazione. A nulla era valso il tentativo del marito della signora che, per chiarire la situazione con l’arrestato, si era recato presso la sua abitazione dalla quale il SALVATO gli aveva scagliato contro alcuni mattoni dal balcone.Si sono poi succedute le intimidazioni telefoniche che sono divenute sempre più insistenti ed aggressive fino a divenire vere e proprie minacce di morte, inducendo la coppia, ormai in preda alla disperazione, a riferire quanto stava accadendo ai Carabinieri raccontando loro l’incubo che stavano vivendo nonché di un episodio durante il quale, probabilmente, SALVATO avrebbe esploso un colpo d’arma da fuoco a scopo intimidatorio nei confronti del coniuge della ex collaboratrice.Immediato l’intervento dei Carabinieri presso il domicilio di SALVATO che, prima di aprire, affacciatosi ad una grata posta a protezione della porta d’ingresso, ha caricato una pistola mettendo il colpo in canna e poi è corso a nasconderla all’interno dell’abitazione.La minuziosa perquisizione eseguita dai Carabinieri ha consentito di rinvenire, sotto un materasso nascosto dietro un armadio, una pistola “WALTHER” cal.7,65 con matricola abrasa, colpo in canna e caricatore con 6 colpi inserito, nonché un secondo caricatore contenente altri 9 proiettili del medesimo calibro.L’arma clandestina e le munizioni sono state sequestrate e saranno inviate al RIS per verificare se siano state utilizzate in altri eventi delittuosi, SALVATO, già sottoposto alla detenzione domiciliare in espiazione di una condanna per aver violato la normativa sugli stupefacenti e per essersi reso responsabile di evasione, è stato tradotto in carcere.



da statoquotidiano

Altri articoli

Back to top button