ComunicatiPrima pagina

San Severo – ORDINANZA COMUNALE: DIVIETO DI IMBRATTARE STRADE E SPAZI PUBBLICI

Ecco il testo di un’ordinanza emanata dal Comune e firmata dal Vice Sindaco arch. SALVATORE MARGIOTTA in data 11 ottobre 2021:

<<Premesso che: – la  tutela  dei  luoghi  pubblici  ed  il  miglioramento  del  decoro  urbano,  pulizia  delle  strade,  piazze, marciapiedi  e  spazi  pubblici,  rappresenta  un  obiettivo  strategico  e  prioritario dell’Amministrazione Comunale; -è dovere primario dell’Amministrazione Comunale conservare il Patrimonio di tutti i cittadini; Rilevata: -la  necessità  di  salvaguardare  e  conservare  nel  tempo  sia  le  opere  dell’arredo  urbano,  sia  il  decoro  e l’igiene della Città, facendo appello al senso civico dei cittadini, anche con disposizioni atte a prevenire e/o   reprimere   comportamenti   che   possano   recare   pregiudizio   al   godimento   del   bene   comune insudiciando le superfici stradali e pedonabili; Ritenuto che: -occorre  mantenere  in  perfetto  stato  di  conservazione,  manutenzione  e  pulizia  le  pavimentazioni  del territorio comunale, spesse volte sporcate, insozzate e imbrattate con azioni disdicevoli; Considerato che: -la presente ordinanza intende disciplinare la tutela del decoro e dell’igiene urbana disponendo il divieto di:  1.insozzare il suolo pubblico e le pubbliche vie; 2.imbrattare manufatti di arredo urbano;  3.abbandonare rifiuti;  4.compiere atti contrari alla pubblica decenza; ORDINA: Il  mancato  rispetto  della  presente  Ordinanza,  fatte  salve  le  eventuali  sanzioni  penali  in  materia  e  gli  obblighi, sanzioni e divieti imposti dalle leggi speciali, sarà punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 25,00 a 500.00 EURO,  con  facoltà  di  pagamento  in misura  ridotta,  entro  60  giorni  dalla  contestazione  immediata  della  violazione  o  dalla  notifica  del  verbale  di accertamento. In tutti i casi è prevista anche la sanzione accessoria dell’obbligo di ripristino, a proprie spese, dei luoghi dello stato in cui si trovavano prima dell’azione dannosa. In caso  di  inottemperanza  vi  sarà  l’esecuzione  del  lavoro  da  parte  dell’Ufficio  competente  con  conseguente addebito delle spese ai responsabili della violazione>>. — Per il Sindaco, il Vice Sindaco Arch. SALVATORE MARGIOTTA —

Altri articoli

Back to top button