ComunicatiIn evidenza

San Severo: pista ciclabile, traffico, inquinamento… e non solo!

In città io giro sempre in bici e così sono andato a vedere la nuova pista ciclabile di Via Marconi, cioè una frazione del progetto che costerà ben 1.280.000 euro:https://www.lagazzettadisansevero.it/pista-ciclopedonale-alcune-proteste-dei-residenti-di-via-marconi/ . Viva era la speranza di vedere realizzata una pista ciclabile vera e non quella di una quindicina di anni fa che costò, se non ricordo male, 490.000 euro per un po’ di pittura a terra e priva di qualsiasi utilità. Miracoli della politica! Però, dopo aver visto la nuova pista, le speranze si sono affievolite perché tutte le rampe-scivoli di accesso alla pista non arrivano a livello zero, cioè a livello strada. In quasi tutti i marciapiedi della città c’è questo difetto.  C’è sempre un dente di svariati centimetri che rende l’accesso alla pista problematico, soprattutto per i disabili e le mamme con i passeggini. Non penso sia corretto. Com’è possibile che si ripetano sempre gli stessi errori? Non toccherebbe all’ufficio tecnico controllare?Approfitto di questa mia segnalazione per evidenziare un altro tema in linea con l’incentivo ad usare mezzi non inquinanti, alternativi all’auto. Contemporaneamente a questi ingenti investimenti, sarebbe opportuno nonché logico, adottare provvedimenti che  scoraggino l’uso dell’auto. Infatti, per le strade della città ci sono infinite colonne di auto che fanno la ”passeggiata in macchina”, procedendo a passo d’uomo. Nel 2021, a San Severo, nonostante il bombardamento mediatico sul cambiamento climatico, esistono ancora abitudini di questo tipo! Un  comportamento sinonimo di arretratezza, che provoca  inquinamento,danneggiando la salute dei cittadini. Sarebbe giusto prendere provvedimenti. Altrimenti, che coerenza c’è da parte della nostra amministrazione nello spendere una rilevante quantità di denaro pubblico per costruire piste ciclabili e al contempo permettere che questa abitudine insana continui? E poi, il Sindaco di una città non dovrebbe avere tra le sue funzioni anche quella di tutelare la salute pubblica? Bisognerebbe porre una opportuna attenzione anche a  quegli automobilisti in sosta col motore acceso, magari per vedere il cellulare o climatizzare l’abitacolo dell’auto, cosa vietata dalla legge (codice della strada, art 157,comma 2 e 7bis). Ed anche a quei tantissimi bus che stazionano col motore acceso per decine di minuti in attesa della ripartenza in prossimità della stazione.Tutte le persone che hanno questi comportamenti,sono consapevoli di rubare l’aria ai propri figli e nipoti? E’ proprio un bel modo di essere genitori! Penso che di tutto questo forse si potrebbe interessare anche la ASL locale. A San Severo abbiamo un tasso di tumori tra i più alti nella regione e  non si può certo escludere che l’inquinamento da traffico veicolare possa essere uno dei fattori. Non basta avere una bella stagione di prosa o un bel Museo Civico perché la città si evolva, abbisognano provvedimenti più decisi che influiscano sul quotidiano delle persone. L’alternativa è ritrovarci sempre più in un ambiente senza dignità, in cui prevarranno arretratezza, rozzezza, ignoranza e delinquenza. Credo che la maggioranza dei sanseveresi non lo meriti. Spero tanto che l’amministrazione non lasci cadere nel vuoto questo appello.

Luigi Rinaldi

RUBINO20x20_postpubblicitario-02

Altri articoli

Back to top button