CronacaIn evidenza

San Severo: POSTE, UNA SITUAZIONE INGIUSTIFICABILE… RABBIA DELLA GENTE SOTTO LE INTEMPERIE!

Ecco la fila fuori dalle Poste centrali di San Severo fotografata alle ore 14,30 di mercoledì 1° DICEMBRE scorso. Una trentina di persone fuori ((tra cui 7-8 prenotate dal mattino!)) e un’altra dozzina dentro sedute e davanti agli sportelli ad aspettare la grazia di poter pagare bollette e sbrigare pratiche importanti. E così  e anche peggio ogni giorno! Una signora dopo aver fatto la fila nella mattinata all’ufficio postale di Viale Matteotti si è sentita rispondere “NON CI SONO SOLDI”… Altra fila all’ufficio postale di Viale 2 Giugno e all’arrivo davanti allo sportello stessa inconcepibile risposta! E dunque, dopo aver saltato il pranzo, la signora di questa triste favola moderna era in fila dalle ore 13,30 davanti alla scalinata laterale delle Poste centrali. Questo per dire che la situazione è diventata vergognosa e la gente non ne può più, prova ne siano le urla e le bestemmie…da codice penale ascoltate nella fila fotografata. Donne con bambini e anziani in mezzo alla strada, sotto tutte le intemperie, in attesa di poter entrare…per fare un’altra fila! E’ arrivato il momento che l’AMMINISTRAZIONE COMUNALE protesti indignata per quanto accade da tempo con una situazione sempre più incivile e ingiustificabile. Un’altra domanda che sale dalla gente INCA…VOLATA NERA: perché gli uffici postali di Viale Matteotti e Viale 2 Giugno stanno aperti solo fino alle ore 13,35 del mattino e non aprono anche qualche ora di pomeriggio, visto che come si procede oggi è assolutamente insufficiente per una città così grande…oltre tutto ingrossata ancora di più da cittadini di qualche centro limitrofo che sopportano la stessa situazione nei loro Comuni??? E’ ora di protestare a valanga con le Direzioni regionale, provinciale e cittadina e, se non si risolve niente, anche col Governo a Roma. Questa faccenda potrebbe degenerare creando situazioni che potrebbero richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine, come qualche volta è già successo in passato. Vogliamo, come sempre in Italia, che ci scappino situazioni da codice rosso per intervenire??? SINDACO MIGLIO, RACCOLGA DI VOLATA QUESTO ENORME DISAGIO POPOLARE E FACCIA FISCHIARE LE ORECCHIE A CHI DI DOVERE. LA CITTA’ ASPETTA RISPOSTE E PROVVEDIMENTI UTILI A SANARE QUESTA VERGOGNOSA SITUAZIONE!!!!!

Altri articoli

Back to top button