ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

San Severo, proteste dei richiedenti asilo davanti Palazzo Celestini

In 40 hanno manifestato in modo pacifico, dalle 10.00 di questa mattina in piazza Municipio, per richiedere condizioni di lavoro dignitose, regolari documenti e permessi di soggiorno

San Severo. Dopo lo sgombero del Gran Ghetto, riprende vigore lo stato di agitazione di richiedenti asilo e lavoratori stagionali immigrati, domiciliati in parte nelle strutture ricettive tra Casa Sankara, struttura gestita dalla Cooperativa Arena situata a dieci chilometri in agro di San Severo, e le tre palazzine di edilizia popolare in via San Marco Evangelista,alla periferia del comune. In tutto si contano 140 persone destinatarie, oggi, dei servizi offerti dal progetto regionale di accoglienza diffusa. In 40 hanno manifestato in modo pacifico, dalle 10.00 di questa mattina in piazza Municipio, per richiedere condizioni di lavoro dignitose, regolari documenti e permessi di soggiorno.

Intervenuti sul posto sin dalle prime battute, volanti del Commissariato locale di Polizia di Stato insieme al dirigente responsabile, personale della Polizia Municipale e squadre dei reparti di prevenzione crimine del posto.

Un delegato scelto dai manifestanti è stato poi ascoltato dall’Assessore con delega al Welfare e ai Servizi Sociali di San Severo, Simona Venditti, presente per tutta la durata della manifestazione. Durante il confronto interlocutorio, la dottoressa Venditti si è detta disponibile a fissare un incontro con i delegati designati, al fine di fare chiarezza sulle ragioni del disagio e le problematiche sollevate dai dimostranti.

(inesmacchiarola1977@gmail.com) fonte statoquotidiano

foto Ivon D’Incalci

Altri articoli

Back to top button