ComunicatiPrima pagina

San Severo, rifiuti: Verdi “Le responsabilità delle amministrazioni Miglio sono enormi”

Per la gestione dei rifiuti serve un piano organico

Le responsabilità delle amministrazioni Miglio in tema di rifiuti sono enormi. Non può passare inosservato il dato relativo alla riduzione della raccolta differenziata, passata da 215 kg. Per abitante del 2013 A 189 kg. Nel 2020; in particolare per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti organici che, lo ricordiamo, rappresentano circa il 40℅ del totale, c’è una colpevole inerzia “inspiegabile”. Infatti nonostante le diverse delibere ed una mozione votata all’unanimità, dopo un ampio dibattito pubblico, dal Consiglio comunale, che impegnano il sindaco ad attivarsi per un impianto pubblico, moderno e adeguato al nostro territorio, non si è mossa foglia.

Come Verdi abbiamo incontrato il sindaco di Apricena, attuale presente dell’ARO, cioè il comprensorio di Comuni che dovrebbero gestire i servizi di igiene urbana, il quale ha manifestato la disponibilità ad ospitare un impianto nel proprio territorio anche al Presidente della Regione, Emiliano. Va detto che in quel territorio, notoriamente ricco di cave, insistono delle aree di proprietà della Regione Puglia. Quindi sembrerebbe che ci siano le condizioni ideali per realizzare un impianto pubblico di trattamento dei rifiuti organici. I vantaggi sarebbero molteplici perché oltre a creare occupazione, calmierebbe i prezzi per lo smaltimento con vantaggi economici per i cittadini e per l’ambiente. Basti pensare che attualmente i nostri rifiuti vengono portati fino a Massafra (TA) e pagati costi esosi per ogni tonnellata conferita. La Regione Puglia certamente ha le sue grandi responsabilità in termini di programmazione e gestione di questo delicato e importante settore che rischia ogni giorno che passa di esplodere.

Gianni Mazzeo

Altri articoli

Back to top button