ComunicatiIn evidenza

San Severo: S.S. 16 e la Rotonda della morte!

Percorrendo strada S.S. 16 verso Foggia, s’incrocia la rotatoria della zona ASI in agro di San Severo che è stata rinominata dagli automobilisti «la rotonda della morte». Considerato uno dei punti caldi della S.S. 16 al km 651, la media d’incidenti è infatti di circa uno alla settimana, spesso e per fortuna semplici uscite fuori strada e/o tamponenti come è accaduto ogni sera negli ultimi giorni. Ci sono molti problemi, come l’assenza della segnaletica, gli scarsi ed inefficienti lampeggiatori di preavviso. Tutte le altre rotonde sono rialzate e ben distinguibili, questa diventa invisibile al buio». L’incrocio è molto battuto durante il giorno e negli orari di punta si formano anche significative code. Il traffico è paradossalmente un ausilio per chi non percorre la strada abitualmente, il pericolo aumenta dopo il tramonto quando la rotonda è semideserta ed in assenza di illuminazione. Il punto è l’illuminazione. Chi non conosce la zona non vede la rotatoria se non quando è ormai a pochi metri di distanza. I veicoli arrivano sparati perché vedono un rettilineo libero e non si accorgono del pericolo in tempo per frenare. I pali di illuminazione sono diventati una chimera perché hanno funzionato per pochissimo tempo e mai in maniera continuativa.
Sarebbe opportuno che l’Amministrazione Comunale con il Comando dei Vigili Urbani come pure le Forze di Polizia si facciano portavoce nei confronti dell’ANAS di una richiesta di intervento IMMEDIATA e DEFINITIVA prima che ci scappi davvero il morto! Basta passare ogni giorno per trovare qualche nuovo pezzo di auto abbandonato ai lati della strada o dei profondi solchi prodotti dai mezzi che hanno tirato dritto.

Luigi Della Rovere

Altri articoli

Back to top button