CronacaPrima pagina

San Severo: salvate circa 200 rondini e consegnate al centro di Manfredonia

Anche quest’anno stiamo assistendo a una strage di rondoni, che vediamo stramazzati al suolo e che, se non recuperati, qualora ancora vivi, non hanno alcuna possibilità di sopravvivenza.

Ma perché i giovani rondoni cadono dal nido?

Questo avviene perché d’estate il calore si accumula nei sottotetti provocando un innalzamento notevole della temperatura nei nidi dei rondoni. Quindi i giovani esemplari, nel tentativo di cercare refrigerio, si sporgono troppo fuori dal nido e cadono inevitabilmente.

Se i piccoli (che si chiamano pulli) non vengono soccorsi, vanno incontro a morte sicura, in quanto, a differenza di altre specie di uccelli, i rondoni non nutrono i loro piccoli fuori dal nido.

In questi giorni, qui a San Severo, ma anche in tutta la Capitanata, sottoposta a straordinarie temperature “infernali”, sono stati raccolti centinaia di pulli e di giovani rondoni, grazie alla sensibilità dei cittadini e al lavoro di molti volontari che se ne sono presi cura, in attesa del loro trasferimento presso l’Osservatorio Faunistico Regionale di Manfredonia.

Particolare menzione e ringraziamento va al dottor Domenico Antonelli (che ha visto letteralmente invaso il suo ambulatorio da centinaia di volatili) che, messosi in contatto con il tenente della Polizia Locale di San Severo, Marco D’Antuoni, ha consentito di organizzare il trasferimento dei rondoni a Manfredonia.

Infine non possiamo non ricordare che a causa nostra ogni anno scompaiono migliaia di specie vegetali e animali che i nostri figli non potranno vedere.

I cambiamenti climatici sono un problema globale, e l’essere umano nei confronti del Creato ha una “tremenda responsabilità”: l’ambiente è un dono collettivo, patrimonio di tutta l’umanità, eredità comune da amministrare e non da distruggere.(Enciclica Laudatosi’- Papa Francesco).

CoscienzAnimaleOnlus San Severo

P.S. Come aiutare un rondone ferito o fuori dal nido: https://www.facebook.com/coscienzanimale.onlus/posts/3033436490213048

Altri articoli

Back to top button