ComunicatiIn evidenza

SAN SEVERO   TORNA AD ESSERE LA CAPITALE  DAUNA DEL GRANDE CINEMA D’AUTORE: ANCHE QUEST’ANNO  OSPITERÀ IL SA.FI.TER

SAN SEVERO   TORNA AD ESSERE LA CAPITALE  DAUNA DEL GRANDE CINEMA D’AUTORE: ANCHE QUEST’ANNO  OSPITERÀ IL SA.FI.TER – SALENTOFINIBUS TERRAE – FILM FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CORTOMETRAGGIO

Sta per tornare in Puglia il Sa.Fi.Ter – Salento FinibusTerrae,  Festival Internazionale del Cortometraggio. Si parte il 19 giugno proprio da San Severo  dove il Festival torna per il quarto anno, e, per forte volontà del sindaco Francesco Miglio e dell’assessora alla Cultura Celeste Iacovino,supportati da tutta la giunta comunale, in questa edizionesarà  protagonista  il bellissimo Teatro Comunale “ Giuseppe Verdi”.

Tornare a vivere i luoghi dello spettacolo dal vivo dopo un anno di pausa imposta,  unendo cittadini, territori e cinema : questo il primo regalo cheil Sa.Fi.Ter – SalentoFinibusTerrae – Film Festival Internazionale Cortometraggio fa alla Puglia, la regione che da ben diciotto anni ospita il festival e che, dopo la pausa del 2020 imposta dalla pandemia, torna a ospitarlo anche quest’estate, nel rispetto delle normative anti-Covid19.Il Sa.Fi.Ter – Salento FinibusTerrae – Film Festival Internazionale Cortometraggio è un’iniziativa ideata e organizzata dalla Events Production,  ed ha il patrocinio del Comune di San Severo (FG), del Comune di Sammichele di Bari (BA), del Comune di San Vito dei Normanni, dell’Associazione Egnathia di Fasano, di Pettolecchia il Lido.

Da Nord a Sud, il festival, unico del suo genere in Europa, sarà a San Severo, Sammichele di Bari, San Vito dei Normanni e Fasano per le quattro tappe di questa diciottesima edizionein programma dal 19 al 27 giugno eorganizzata con la consueta maestria della direzione del regista e ideatore Romeo Conte, con l’organizzazione della sua Events Production. Una intensa settimana di proiezioni per scorpacciate di cinema selezionato con grande cura per offrire al pubblico uno dei più bei festival della storia del Safiter, che come sempre sarà in grado di muovere le coscienze e creare dibattito su temi cruciali aprendo il confronto tra il pubblico e gli ospiti del mondo cinema e dello spettacolo presenti alle singole serate. In tutte le serate del festival sarà proiettato il cortometraggio della durata di 3’ di Edoardo Winspeare “Requiem per gli Ulivi di Puglia” con le immagini di Lucio Ianni, Cosimo Forina Pierluigi Schena e dello stesso Winspeare.

Il premio assegnato in questa 18 edizione è stato realizzato dallo scultore toscano Gerardo Gerardi dalla Scuola d’Arte Leonardo di Prato, presieduta da Cinzia Menichetti, oltre ai consueti premi che vengono assegnati ogni anno ideati dal maestro scultore latianese Carmelo Conte.

Si parte il 19 giugno da San Severo (Foggia) dove il Safiter sarà ospitato all’interno del Teatro Comunale “Giuseppe Verdi”, con il patrocinio del Comune di San Severo.

L’inaugurazione è fissata alle 17.00 del 19 giugno con la proiezione dei cortometraggi della sezione “Corti d’Italia”. Le opere in gara, selezionate dal direttore artistico del festival, che si contenderanno il titolo di migliore cortometraggio, migliore regia, migliore interpretazione maschile e migliore interpretazione femminile, sono :“Amore cane” di Jordi Penner; “Uno dopo l’altro” di Valerio Gnesini; “L’eredità” di Raffaele Ceriello; “Antenne” di Mirko Fracassi; “Intollerance” di Giuliano Giacomelli e Lorenzo Giovenga; “27 marzo 2020” di Alessandro Haber; “Giusto il tempo di una sigaretta” di Valentina Casadei; “Male fadàu” di Matteo Incollu.

A designare i vincitori o le vincitrici dei premi ci sarà una giuria di qualità presieduta da Mirko Frezza insieme a Vito Facciolla, Giovanni Trombetta e il prof. Emanuele d’Angelo e l’assessore alla cultura della città di San Severo Celeste Iacovino. Il Festival gode anche del sostegno del Teatro Verdi e dei relativi tecnici e di General Service di San Severo, capitanati da Felice Antonio Miranda.

Sempre il 19 giugno, ci sarà la proiezione del lungometraggio “Aspromonte – La terra degli ultimi”, opera che precederà la consegna del premio Safiter al regista Mimmo Calopresti, e ai due attori protagonisti del film, Francesco Colella e Marco Leonardi, che saranno presenti alla proiezione.

Domenica 20 giugno sarà invece dedicata agli autori e alle autrici pugliesi con la proiezione di cortometraggi diretti da registi e registe locali: un evento straordinario teso a valorizzare il lavoro dei dieci giovani partecipanti che hanno consacrato la loro vita alla cinepresa. Le opere in gara, la cui proiezione inizierà alle 17:00, sono: “Quello che resta” di Giuseppe Pippo Laghezza; “Li Paradisi” di Manuel Marini; “Come a Micono” di Alessandro Porzio; “Inverno” di Giulio Mastromauro; “Smile” di Kevin Spagnolo; “Ma chi ti conosce” di Vito Di Marinelli; “Gesù in ferie” di Michele Bia; “Stardust” di Antonio Andrisani e “Dentro il mare” di Leonardo Dell’Olio. Questi film gareggeranno per i seguenti riconoscimenti: miglior cortometraggio, miglior regia, migliore interpretazione maschile, migliore interpretazione femminile e migliore sceneggiatura.

In questo caso la giuria che decreterà i vincitori e le vincitrici sarà capitanata da Paolo Sassanelli, in veste di presidente di questa sezione, e costituita dagli attori Mimmo Mancini, Paolo De Vita, TotòOnnis, dai registi Nico Cirasola, Andrea Costantino, Antonio Palumbo e dal regista Pippo Mezzapesa, a cui si unità la signora Antonella Colasanto, come rappresentante del pubblico.

Durante la giornata sarà consegnato il premio postumo al grande attore pugliese Teodosio Barresi, che verrà ritirato dal figlio Carmine. Inoltre, saranno proiettate: “Barivuud” regia di Totò Onnis e “Varichina” di Antonio Palumbo e Mariangela Barbanente in cui uno dei protagonisti del film che ripercorre “la vera storia della falsa vita di Lorenzo De Santis” è proprio Totò Onnis.

Il Festival gode del sostegno di Lido Pettolecchia Savelletri, Casina Municipale della Selva di Fasano, Fondazione Nikolaus, Aquilano Motori-Toyota, Pelosi San Severo, Moki Milano, De Gustibus, Pasta Cardone, Carni Più, i vini di Nonno Vittorio, C&B Palazzo Ducale, Bruno Palmegiani Design, Ristorante Il Fagiano (Selva di Fasano), Hotel Sierra Silvana (Selva di Fasano), Hotel Cicò (Torre Santa Sabina); Ristorante Nonna Mena (San Vito dei Normanni); Ristorante Chichibio (Polignano a Mare); Acque minerali Orsini; Laguna Blu (Lido di Specchiolla).

Tra i Media partner: Red Carpet magazine, Gazzetta di San Severo, Cine Clandestino, San Severo oggi, Il Punto, L’Arcobaleno, Sanvitoin, Osservatorio Oggi, Fasano Go, TRM – Network.

Per maggiori informazioni:

www.salentofinibusterrae.com

info@safiter.com

tel. 0574 1940224

www.facebook.com/SalentoFinibusTerrae

Istagram@sa.fi.ter

www.youtube.com/user/SalentoFinibusTerrae

 

Mila Uffici Stampa

—————————–

Alessandra Montemurro > +39 328 951 8532

Michela Ventrella > +39 349 526 0370

 

Altri articoli

Back to top button