ComunicatiPrima pagina

San Severo: Tutti “Sotto lo stesso cielo”

Vi sono accadimenti che rinforzando il senso di insicurezza contribuiscono ad alimentare sentimenti di paura e di impotenza. Si resta attoniti di fronte ad azioni che hanno alla loro radice il rifiuto ed il disprezzo di regole basilari per una sana vita sociale, derivando la propria origine dalla proterva convinzione che l’unica cosa che conti siano i propri interessi e che questi vadano imposti fino all’esercizio della massima prepotenza e violenza. Nessun rispetto quindi per gli altri e per il bene comune, ma solo una grande chiusura in una visione completamente egoistica e materialistica dell’esistenza. Accanto a tali evenienze però altre ve ne sono di segno completamente opposto che allargano il cuore ed aprono a grandi orizzonti di speranza. Sono quelle attraverso le quali è possibile apprezzare tutto ciò che di positivo e costruttivo può albergare nel cuore dell’uomo e che rappresentano il più grande antidoto al disfattismo ed al pessimismo che immancabilmente la paura e l’incertezza portano con sé. Tali eventi, infatti, sebbene facciano meno notizia dei primi, contengono in sé una carica veramente rivoluzionaria capace di farci guardare al futuro fiduciosi nella costruzione di valori, obiettivi e percorsi adeguati alla maturazione di società più umane.

Tale premessa è utile per leggere nella giusta prospettiva quanto è accaduto ieri nella nostra città. Al fumo nero che si è innalzato nel cielo in seguito all’incendio appiccato al centro di conferimento rifiuti ad opera di delinquenti a-sociali, ha fatto seguito, nella stessa mattinata il volo dei palloncini colorati liberati dai bambini che hanno celebrato la giornata della pace, su iniziativa dell’Azione Cattolica Ragazzi – e promossa congiuntamente dalla Consulta delle Associazioni, dalla Diocesi e dalle Amministrazioni Comunali di San Severo, Lesina Torremaggiore e Rignano – che incontrando i sindaci del territorio, hanno fatto le proposte relativamente alla città che vorrebbero nel loro futuro.

Quindi “densità oscura contro leggerezza variopinta”. Certamente la prima offusca e spaventa ma la seconda mette le ali al desiderio di impegnarsi per condividere e realizzare una società più equa, giusta e più a misura d’uomo: la società del cambiamento.

E non c’è dubbio che alla fine saranno la vita e la speranza a sconfiggere la morte e la disperazione.

San Severo, 27 gennaio 2020

La Consulta delle Associazioni e

L’Azione Cattolica della Diocesi di San Severo

Altri articoli

Back to top button