ComunicatiPrima pagina

San Severo: UNA STRADA INTITOLATA AL M° LIBERO ANTONIO ROMAGNUOLO A 100 ANNI DALLA NASCITA (1921-2021)

Non è facile in poco spazio ricordare il maestro Romagnuolo,un personaggio che ha dedicato 81 anni di vita alla Patria, alla famiglia e alla società come educatore e alla Chiesa come valido collaboratore. Nasce a San Severo l’8 aprile 1921,dopo la morte del padre avvenuta per postumi di malattie contratte durante la prima guerra mondiale.Viene allevato amorevolmente dalla madre,si applica nello studio ed ottiene l’abilitazione magistrale.Pur se figlio unico di madre vedova, presta servizio militare e partecipa alla disastrosa campagna di Russia nella divisione “Ravenna”. E’ uno dei pochi soldati che rientra sano e salvo.Vince il concorso magistrale e nel primo dopoguerra,insegna in locali di fortuna come la sacrestia di Croce Santa. Continua poi ad insegnare,per tutta la carriera,al 1°Circolo.Comincia subito la sua partecipazione all’Azione Cattolica.E’ il braccio destro di don Felice Canelli, poi di don Luigi Tota, di don Carlo Gravino e infine,di don Giovanni Pistillo.Collabora nei gloriosi Comitati Civici per la splendida vittoria della D.C. dell’aprile 1948.Iscritto al P.P.I. e poi simpatizzante della D.C. si batte per l’avvento di una società più’ giusta e solidale.E’ l’anima delle opere caritative vincenziane e porta aiuto materiale e spirituale a tanti bisognosi.E’ socio animatore dell’Associazione Italiana Maestri Cattolici. Padre Armando Tenuzzo, missionario camilliano, deve a lui la sua vocazione.Per 20 anni è stato donatore di sangue dell’AVIS. Le nozze con la Sig.ra Delia sono state allietate da sei figli:Maria Antonietta,Gabriele,Lello, Romano,Renato e Sergio.E’ responsabile e coordinatore dell’insegnamento del catechismo.In qualità di ministro straordinario dell’Eucaristia,si è recato spesso al capezzale degli infermi.L’Eucaristia era il suo cibo quotidiano.Quando il vescovo lo ha insignito dell’onorificenza pontificia di Cavaliere di San Silvestro Papa, si definì indegno di tanto onore.Ha lasciato alla sua famiglia un bellissimo testamento spirituale.Trascrivo solo due frasi molto significative: “Ricordate che anche un semplice bicchiere d’acqua,dato per amore di Dio,vi sarà ricompensato con infinite grazie quaggiù e lassù;” Non chiudetevi nell’egoismo,ma vivete anche per gli altri”.Ha lasciato serenamente questa terra il 9 ottobre 2002.Siamo certi che il Signore gli avrà riservato un posto tra i suoi servi fedeli. LA FAMIGLIA ROMAGNUOLO RINGRAZIA L’AVV. FRANCESCO MIGLIO SINDACO E TUTTA L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE.

Altri articoli

Back to top button